vivisezione

Enciclopedie on line

vivisezione Atto operatorio su animali vivi, svegli o in anestesia totale o parziale, privo di finalità terapeutiche ma tendente a promuovere, attraverso il metodo sperimentale, lo sviluppo delle scienze biologiche, o a integrare l’attività didattica o l’addestramento a particolari tecniche chirurgiche, o, più raramente, a fornire responsi diagnostici. Con significato più estensivo, il concetto di v. può essere applicato a tutte quelle modalità di sperimentazione, non necessariamente cruente, che inducano lesioni o alterazioni anatomiche e funzionali (ed eventualmente la morte) negli animali di laboratorio.

Il d. legisl. 116/1992, nel dare attuazione alla direttiva CEE 609/1986, concernente la protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici, ha dettato un’organica disciplina della v., individuando le specie animali vivisezionabili e i soggetti legittimati all’esecuzione degli esperimenti, regolando le modalità di sperimentazione e prevedendo un apposito sistema sanzionatorio in caso di violazione. La l. 413/1993 ha poi riconosciuto il diritto all’obiezione di coscienza in relazione a ogni atto connesso con la sperimentazione animale.