Questo sito contribuisce all'audience di

Chi siamo Organi Sociali

GEMMA CALAMANDREI

Nata a Roma il 27/12/1960, psicobiologa, è attualmente Primo Ricercatore dell’Istituto Superiore di Sanità, dove dirige dal 2006 il reparto di Neurotossicologia e Neuroendocrinologia nel Dipartimento di Biologia cellulare e Neuroscienze.
Si laurea summa cum laude in Scienze Biologiche presso l’Università di Roma “La Sapienza” nel 1984, con una tesi in Psicobiologia.  Nel 1987, in seguito a pubblico concorso, consegue la posizione di ricercatore nel Laboratorio di Fisiopatologia di Organo e Sistema dell’Istituto Superiore di Sanità.
Dal 1989 al 1991 è Visiting Fellow e membro della High Table del King’s College dell’Università di Cambridge (U.K), dove svolge attività di ricerca sulle basi neurobiologiche del comportamento materno nei mammiferi. Dal 1993 al 2003 dirige il Reparto di Psicologia Comparata dell’Istituto Superiore di Sanità, nel 1996 diventa Primo Ricercatore.
Il suo principale interesse di ricerca è la psicobiologia dello sviluppo, e in particolare le influenze dell’ambiente sull’organizzazione precoce del sistema nervoso e del comportamento, e sulla maturazione dei comportamenti sociali in senso lato, sia nei modelli animali che nella specie umana. Le sue ricerche comprendono: lo studio degli effetti neuro comportamentali e neuroendocrini dell’esposizione fetale e neonatale a farmaci e contaminanti ambientali, la messa a punto di modelli sperimentali animali di disturbi del neurosviluppo umano quali l’autismo, lo studio delle basi biologiche della relazione madre/prole nei mammiferi.
Ha svolto attività di valutazione di progetti nel 5° e nel 6° Programma Quadro dell’Unione Europea nel settore delle Neuroscienze. Ha partecipato al gruppo di lavoro tecnico in qualità di esperta dei Disordini del Neurosviluppo al fine della preparazione della Strategia Ambiente e Salute 2004-2010 dell’Unione Europea. Quale esperta di neuro tossicologia comportamentale ha partecipato e partecipa alla stesura di linee guida OCSE per la valutazione della neurotossicità di agenti chimici per la salute umana.
Dal 2009 è membro eletto del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Neuroscienze, in rappresentanza del settore “Biologia del comportamento”.
E’ autrice di circa 80 pubblicazioni peer-reviewed su riviste internazionali, di cinque capitoli di libri e di numerosi rapporti tecnici a livello nazionale ed europeo su argomenti correlati alla salute infantile e ai rischi ambientali per lo sviluppo del sistema nervoso e del comportamento. Svolge attività seminariale in Corsi di Laurea e di Specializzazione (Medicina e Chirurgia, Farmacia, Scienze Biologiche) e supervisiona tesi di laurea sperimentali delle tre Università di Roma.  Partecipa attivamente alla diffusione della cultura scientifica nelle scuole secondarie attraverso progetti specifici promossi dall’ISS in collaborazione con il Ministero Università e Ricerca. Ha contribuito all’opera “Frontiere della Vita” dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, e all’Enciclopedia delle Scienze e della Tecnica, nel volume “Scienze della vita”.