Questo sito contribuisce all'audience di

Chi siamo Organi Sociali

Luciano Canfora

Luciano Canfora (Bari 1942) insegna Filologia classica all’Università di Bari. Fa parte del Consiglio Scientifico della Enciclopedia Italiana.  E’ direttore della Rivista “Quaderni di storia” (Dedalo), delle collane di “Classici” La città antica (Editore Sellerio) e Paradosis (Editore Dedalo). Fa parte del comitato direttivo e scientifico di varie riviste (“Journal of Classical Tradition” Boston, “Historia y Critica” Santiago di Compostela, “Les Etudes Classiques” Namur, “Filosofia dei Diritti Umani/Philosophy of Human Rights”,“Limes” Roma). E’ componente dell’Association pour l’encouragement des Etudes Grecques (Paris, Sorbonne), del direttivo della Fondazione Andreas Mustoxidis di Corfù e della Fondazione Gramsci (Roma)
Collabora al “Corriere della sera”.

Ha studiato problemi di storia della tradizione riguardanti l’oratoria attica e la storiografia classica, e ha dedicato numerose ricerche alla storia moderna e contemporanea in rapporto alla tradizione classica.
Un libretto che ha avuto successo ed è stato tradotto in francese, tedesco, inglese, spagnolo, portoghese, olandese, neogreco, giapponese  è La biblioteca scomparsa (Sellerio): una radicale reinterpretazione della storia relativa alla distruzione della biblioteca di Alessandria.
Nel campo delle storie delle letterature classiche ha scritto per Laterza una Storia della letteratura greca, e I classici nella storia della letteratura latina. Con Lanza e Cambiano ha curato i volumi della Salerno Editrice  Lo spazio letterario della Grecia antica.
Nel campo della biografia ha scritto su Tucidide (Adelphi), su Lucrezio (Sellerio) e, di recente, su Cesare, il dittatore democratico (Laterza).
Si occupa della storia editoriale della Biblioteca del patriarca greco-bizantino Fozio. La Biblioteca del Patriarca (Salerno ed. 1998) è stata tradotta presso Les Belles Lettres. Convertire Casaubon,  è uno studio sulla azione della Compagnia di Gesù nei confronti di Isaac Casaubon. In Il Fozio ritrovato. Juan de Mariana e André Schott, si narra la storia dello spagnolo gesuita Juan de Mariana, erudito, economista, teologo, censore e teorico della legittimità del tirannicidio (De rege), il quale si cimentò nella traduzione della Biblioteca di Fozio.