Questo sito contribuisce all'audience di

La Treccani ricorda Eugenio Colorni

Giovedì 4 dicembre 2008 alle ore 17.30 a Roma (Sala Igea, Palazzo Mattei di Paganica, piazza della Enciclopedia Italiana 4) si terrà l’incontro Eugenio Colorni nel centenario della nascita. La manifestazione, patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali – Direzione Generale per i beni librari e gli istituti culturali, è organizzata dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani e dal Comitato Nazionale Eugenio Colorni, in collaborazione con il Comitato Nazionale Altiero Spinelli e il Movimento Federalista Europeo.

Studioso di filosofia e patriota, Eugenio Colorni nacque a Milano il 22 aprile 1909. Professore di filosofia e pedagogia all’istituto magistrale “Giosuè Carducci” di Trieste, fu arrestato nel 1938 per ricostituzione illegale in Italia del Partito socialista e poi inviato al confino, dove studiò concretamente i problemi del federalismo europeo. Nella primavera del 1943 riuscì a fuggire a Roma, dove dopo il 25 luglio fu componente del comitato direttivo del Partito socialista e dopo l’8 settembre attivo organizzatore della Resistenza; morì il 30 maggio 1944 per le ferite riportate in un agguato. A Eugenio Colorni fu conferita nel 1946 la medaglia d’oro alla memoria. Come studioso si occupò di studi leibniziani, di estetica, di metodologia e di psicoanalisi.

All’incontro parteciperanno Francesco Paolo Casavola, Presidente dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, Maurizio Degl’Innocenti, Presidente del Comitato Nazionale Eugenio Colorni, Francesco Gui, Segretario del Comitato Nazionale Altiero Spinelli, Gabriele Panizzi, Presidente Movimento Federalista Europeo – Lazio, Gennaro Sasso, Direttore dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli e Socio Nazionale dell’Accademia Nazionale dei Lincei, e Giovanni Sabbatucci, Ordinario di Storia contemporanea dell’Università di Roma “La Sapienza”.