Questo sito contribuisce all'audience di

 

 

PASSAGGI


Giovedì 20 aprile a Roma alle ore 17.00 presso la Sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica (Piazza della Enciclopedia Italiana 4) verrà presentato il libro di Mariuccia Salvati Passaggi. Italiani dal fascismo alla Repubblica (Carocci editore, 2016).
Una storia degli italiani alle prese con la guerra, la caduta del fascismo e la divisione del paese, tra gli anni Trenta e Quaranta del Novecento. Il libro si concentra in particolare sui mutamenti del linguaggio pubblico (letterario, giornalistico, politico), che rivelano le difficoltà del passaggio da un uso massiccio della propaganda da parte degli intellettuali del ventennio – emblematico il caso di Longanesi – al ritorno alla realtà del 1944-46. La nascita della Repubblica, pur con le sue difficoltà a riportare giustizia in un territorio diviso da una guerra civile, segna il recupero di un linguaggio di verità, concretezza, realismo (morte, fame, suicidi), che si manifesta anche sui rinati quotidiani di informazione, attraverso la penna di grandi scrittori: Alvaro, Savinio, Bontempelli, De Ruggiero, Moravia, Brancati. È la guerra il grande motore del cambiamento di tutto il paese: per coloro che l’hanno subita e, soprattutto, per coloro che l’hanno “scelta” come passaggio necessario per il costituirsi di una nuova classe politica, democratica e antifascista.
Alla presentazione, organizzata dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani e da Carocci editore, interverranno, oltre all’autrice, Giuliano Amato, Marc Lazar e Renato Moro.