Questo sito contribuisce all'audience di

 

 

PASSATO E PRESENTE


In occasione dell’80° anniversario dalla scomparsa di Antonio Gramsci, giovedì 27 aprile p.v. dalle ore 18.00 alle ore 20.30, l’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, in collaborazione con la Fondazione Gramsci, presenterà una one day exhibition dal titolo Passato e Presente.
La mostra, che avrà luogo nelle sale di Palazzo Mattei di Paganica (Roma, piazza della Enciclopedia Italiana 4), da oltre 90 anni storica sede dell’Istituto, vuole porsi come solenne commemorazione del grande uomo politico e pensatore italiano. L’esposizione farà perno attorno a un’unica opera dell’artista romana Elisabetta Benassi, che si compone di due elementi: il libro Passato e presente, capitolo finale della raccolta Quaderni dal carcere, e un chiodo in ferro battuto che ne trafigge le pagine. Attraverso l’impiego dell’elemento chiodo, che nel nostro immaginario collettivo riporta istantaneamente alla figura del Cristo sulla croce, l’artista fissa la vita e l’eredità gramsciana al presente. Riattivando il passato, Benassi rievoca la “presenza” di Gramsci ed il suo bagaglio ideologico, al fine di portare lo spettatore a compiere una rilettura storica e una riflessione sul proprio tempo. Il percorso della mostra, patrocinata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, è concepito come una lenta e laica processione nella semioscurità delle sale, verso l’opera che, “inchiodata” al muro di fondo, ne diviene fine luminoso.
Per l’occasione verrà inoltre eseguito dal vivo, nel cortile del palazzo, il brano La fabbrica illuminata di Luigi Nono, compositore veneziano che più volte ha sottolineato l’importanza delle teorie gramsciane per il suo lavoro. Questa composizione per voce solista e nastro magnetico a quattro piste, su testi di Giuliano Scabia e un frammento di Due poesie a T. di Cesare Pavese, venne commissionata nel 1964 dalla RAI per il concerto inaugurale del Premio Italia: il brano tuttavia non venne eseguito in tale occasione, perché censurato dalla stessa azienda radiotelevisiva a causa dei testi fortemente politicizzati. Per la realizzazione dell’opera, Nono si recò negli stabilimenti genovesi dell’Italsider, al fine di documentare le condizioni lavorative degli operai, e per registrare i suoni, i rumori e le voci della fabbrica. Questo variegato materiale acustico venne elaborato presso lo Studio di Fonologia della RAI di Milano e trasformato elettronicamente, per poi essere inciso sul nastro magnetico. Il brano, della durata di 17 minuti, sarà eseguito dal mezzosoprano Monica Bacelli, mentre la regia sonora sarà firmata dal Maestro Alvise Vidolin.
La mostra Passato e Presente, primo appuntamento legato all’arte contemporanea ospitato all’interno di Palazzo Mattei di Paganica, vuol essere sentita commemorazione, e non “compianto”, della figura di Antonio Gramsci, e si inserisce all’interno del ciclo di iniziative promosse dall’Associazione Treccani Cultura. La mostra è a cura di Iacopo Ceni.