Questo sito contribuisce all'audience di

 

 

VICTOR STOICHITA


Venerdì 12 maggio alle ore 17.00 presso la Sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica (piazza della Enciclopedia Italiana 4) si terrà una Lectio magistralis di Victor Stoichita sul tema I limiti fluttuanti fra la storia delle immagini fisse e quella delle immagine dinamiche. L’iniziativa, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è organizzata da Treccani Cultura con il contributo della Fondazione Cariplo.
Victor I. Stoichita (Bucarest, 1949) è Professore ordinario di Storia dell´arte moderna e contemporanea all´Università di Friburgo e docente presso la Facoltà di Scienze della comunicazione all’Università della Svizzera Italiana di Lugano. Dopo la laurea con Cesare Brandi all´Università di Roma, ha conseguito un Doctorat d´état ès Lettres alla Sorbona. Ha svolto ricerche ed insegnato presso varie istituzioni internazionali, come l´Institute for Advanced Study di Princeton, il Getty Research Institute di Los Angeles, il Wissenschaftskolleg di Berlino, la Bibliotheca Hertziana (Max-Planck-Institut) di Roma.
È stato Visiting Professor presso numerose istituzioni di insegnamento superiore, fra le quali l´Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi, la Scuola di Studi Umanistici Bologna e la Harvard University.
Victor Stoichita si occupa principalmente di problemi di estetica della ricezione, antropologia dell’immagine ed ermeneutica delle immagini, avvalendosi dei contributi di discipline come la semiologia per ampliare l’orizzonte degli studi di storia dell’arte attraverso l’introduzione di prospettive innovative.   
Tra le traduzioni italiane delle sue opere più recenti si segnalano: L´invenzione del quadro, Milano, Il Saggiatore, 1998; Cieli in cornice. Mistica e pittura nel Secolo d´Oro dell´arte spagnola, Roma, Meltemi, 2002; Breve storia dell´ombra, Milano, Il Saggiatore, 2000; L´ultimo Carnevale (con Anna Maria Coderch), ivi, 2002; L´effetto Pigmalione: breve storia dei simulacri da Ovidio a Hitchcock, ivi, 2006.