Questo sito contribuisce all'audience di


IL TEATRO DI SENECA

Venerdì 8 giugno alle ore 16 a Napoli presso la Sala Vico della Biblioteca Oratoriana dei Girolamini (Via Duomo 114) verrà presentata l’edizione pregiata Il Teatro di Seneca preziosissimo manoscritto trecentesco che raccoglie appunto le tragedie dell’autore romano. La presentazione avviene in occasione dell’apertura straordinaria della Biblioteca stessa, ancora sotto il sequestro della magistratura nono stante le indagini per saccheggio di libri antichi abbiano già prodotto processi e condanne.


Il facsimile, pubblicato in questi giorni, ha una tiratura di appena 299 copie che riproducono l’originale fedelmente, testo e immagini. In questo caso parlare di immagini significa parlare di miniature, frutto dell’ingegno e della capacità artistica di uno dei più dotati miniatori dell’arte medievale, attivo a Napoli durante il regno della regina Giovanna I, a cavallo tra gli anni 1340 e 1380. Il nome di questo artista è avvolto nel mistero e per questo viene chiamato Maestro del Seneca dei Girolamini. Le sue miniature non custodiscono solo il fascino dell’arte medievale, ma potenziano la preziosità dei disegni con un’eccezionale profusione di oro, con la brillantezza dei colori e con quella che gli studiosi definiscono «vivace verve narrativa che assimila la salda costruzione volumetrica e la straordinaria acutezza di soluzioni prospettiche di Giotto e di Maso di Banco, contaminate con la raffinata eleganza e la maniera mondana, lussuosa e quasi cortese di Simone Martini e Niccolò di Tommaso».


Il volume, edito dall’Istituto Treccani, è corredato da un ricco commentario a cura di Marco Cursi, professore di Paleografia presso l’Università Federico II di Napoli, Carla Maria Monti, docente di Filologia medievale e umanistica presso l’Università Cattolica di Milano, e Alessandra Perriccioli Saggese, professoressa di Storia dell’arte medievale e di Storia della miniatura presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”.


Alla presentazione, organizzata dalla Treccani e dalla Biblioteca dei Girolamini, interverranno Vito De Nicola, Giovanni Melillo, Alma Serena Lucianelli, Marco Cursi, Andrea Mazzucchi, Massimo Bray e Antonella Fracchiolla.