DUE SECOLI DOPO. DA NAPOLI A MARTINA FRANCA


Giovedì 5 luglio a Roma alle ore 17.00 presso la Sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica (piazza della Enciclopedia Italiana 4) verrà inaugurata la mostra fotografica personale di Federica Gioffredi Due secoli dopo. Da Napoli a Martina Franca. La stessa mostra, realizzata dalla Treccani e da i/d (italiadecide) con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13,00 e dalle 15.00 alle 18.00.
   
Un’avvincente storia avvenuta in un’epoca in cui bellezza, splendore e quel particolare fervore dei primi anni ‘30 del 1800 ha ispirato fortemente l’artista nel descrivere un percorso artistico fotografico che rimanda al viaggio intrapreso il 21 marzo 1832 dalla duchessa di Martina, Francesca Giudice Caracciolo, figlia di Francesco principe di Cellamare e duca di Gesso. Un’ avventura affascinante iniziata da Napoli fino alla masseria di Casalrotto di Mottola, ben descritta in una documentazione emersa che riporta in maniera dettagliata il denaro speso e tutto quello che è servito per affrontare il
lunghissimo viaggio. Tra carrozze, cavalli, cani e servitori al seguito il racconto è oggi un’importante testimonianza dell’immenso patrimonio storico dell’Archivio Caracciolo del Sangro. Custodito nel tempo presso la biblioteca di Martina Franca, è stato per Federica Gioffredi fonte di grande arricchimento personale e forte spunto nel rendere quelle emozioni visive di allora nei suoi scatti di oggi attraverso le immutate bellezze dei luoghi, descrivendo in chiave contemporanea e fotografica un Sud incantevole.

Federica Gioffredi artisticamente si può definire una realista completa che spazia dalla natura al macro, dal ritratto allo still life e street fotography con l’abilità scattante propria dei grandi artisti. Nata a Napoli nel 1972, a 20 anni intraprende la carriera di broker, si trasferisce a Milano dove resta per circa 10 anni. Rientrata a Napoli, inizia il suo percorso artistico incentrato sulla fotografia. Decisivi sono stati a tal proposito gli anni trascorsi a Bali, dove quasi per gioco ha iniziato ad immortalare scene di vita “en plein air” definendo quei particolari che, attraverso la foto, colgono momenti infiniti.

Alla inaugurazione della mostra interverranno Massimo Bray, Direttore Generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, Alessandro Palanza, Vicepresidente di italiadecide, l’attore Alessandro Preziosi e la Presidente RAI Monica Maggioni.         

0