LEGGE DI BILANCIO 2019

 

Lunedì 10 dicembre a Roma alle ore 15.00 presso la Sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica (piazza della Enciclopedia Italiana 4) si terrà il quarto incontro degli Istituti meridionalisti firmatari, nel 2013, del documento Una politica di sviluppo del Sud per riprendere a crescere. L’incontro avrà come tema di discussione La legge di bilancio 2019. Prospettive e dinamiche di sviluppo nel Mezzogiorno.

Il documento del 2013, firmato da 21 Istituti, fu presentato pubblicamente a Roma il 6 febbraio dello stesso anno in un incontro tenutosi presso la Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” a Palazzo Minerva. Già all’epoca gli enti firmatari intendevano fare chiarezza su pericolose e illusorie vie di uscita dalla preoccupante involuzione della situazione economica del Paese e argomentare invece come fosse possibile, e per molti aspetti inevitabile, avviare una concreta azione di supporto alla ripresa dell’economia facendo leva sull’avvio di una seria politica di sviluppo del Sud. Un Sud al quale doveva spettare, e al quale ancora oggi spetta, un ruolo da protagonista nel contribuire al necessario rinnovamento economico e sociale dell’Italia.

L’incontro, organizzato all’Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia (ANIMI) e dall’Associazione per lo sviluppo e l’industria nel Mezzogiorno (SVIMEZ), proseguirà alle ore 17.00 con un ricordo di Manlio Rossi-Doria (Manlio Rossi-Doria e la “politica del mestiere”) in occasione del trentesimo anniversario della sua scomparsa.

Economista (Roma 1905 - ivi 1988), fu professore di economia e politica agraria all'Università di Napoli (1949-75). Condannato dal tribunale speciale per antifascismo nel 1935, ha partecipato alla Resistenza nelle file del Partito d'Azione e ha fatto parte della Consulta Nazionale; è stato commissario dell'Istituto nazionale di economia agraria dal 1944 al 1948. Tra le sue opere principali sono Riforma agraria e azione meridionalistica (1948); Dieci anni di politica agraria nel Mezzogiorno (1958); Prospettive di sviluppo dell'agricoltura lucana (1966); Scritti sul Mezzogiorno (2003). Manlio Rossi-Doria è stato un economista ‘sui generis’, una delle poche figure del 20° sec. che sono riuscite a coniugare lo sguardo analitico con l’impianto interdisciplinare, l’impegno pratico e politico con la speculazione teorica. Durante la seconda metà del Novecento, egli è stato uno dei protagonisti dell’azione meridionalistica e ha contribuito in modo significativo ad approfondire gli studi sul Mezzogiorno nonché a modificare gli indirizzi delle ricerche di economia agraria, promuovendo un felice dialogo tra discipline diverse (l’agronomia, l’economia, l’urbanistica, la sociologia e così via).

Interverranno: Gerardo Bianco, Claudio De Vincenti, Guido Fabiani, Adriano Giannola, Simone Misiani ed Enrico Pugliese.

  

0