SCIENZA NUOVA

Giovedì 7 febbraio a Roma alle ore 17.00 presso la Sala Igea di Palazzo Mattei di Paganica (piazza della Enciclopedia Italiana 4) verrà presentato il volume di Maurizio Ferraris e Germano Paini Scienza, nuova. Ontologia della trasformazione digitale (Rosenberg & Sellier, Torino, 2018).  

Il mondo degli ultimi due secoli è stato compreso come il mondo del capitale industriale: produceva merci, generava alienazione, faceva rumore, quello delle fabbriche. Poi è stata la volta del capitale finanziario: produceva ricchezza, generava adrenalina, e faceva ancora un po’ di rumore, quello delle sedute di borsa. Oggi si sta facendo avanti un nuovo capitale, il capitale documediale: produce documenti, genera mobilitazione, e non fa rumore. La sua matrice è nella più recente trasformazione digitale, che ha prodotto una rivoluzione, la rivoluzione documediale, innescata dall’incontro fra una sempre più potente documentalità (la sfera di documenti da cui dipende l’esistenza della realtà sociale) e una medialità diffusa e pervasiva (che fa emergere nuovi ruoli e rilevanza per l’individuazione dei singoli). Di questa rivoluzione radicale e impercettibile, ma di impatto travolgente sulle persone, sui mercati, sulle imprese e sulla società, questo volume, che inaugura la serie di Scienza Nuova, l’Istituto di studi avanzati su Humanities e Industria dell’Università di Torino, prova per la prima volta a tracciare i caratteri e cogliere l’essenza.

Maurizio Ferraris insegna Filosofia teoretica all’Università di Torino, dove è presidente del Laboratorio di Ontologia (LabOnt), dell’Istituto di Studi Avanzati Scienza Nuova e vicerettore alla ricerca in area umanistica. Internazionalmente noto per i suoi studi, visiting professor in importanti università in Europa, America e Asia, editorialista di La Repubblica, ha pubblicato oltre cinquanta libri e un migliaio di articolo scientifici. Nel 2018 è stato insignito dello Humboldt Forschungspreis.

Germano Paini, sociologo dell’innovazione e data scientist, è Head of innovation and competitiveness dell’Università di Torino e direttore del Comitato scientifico dell’Istituto di Studi Avanzati Scienza Nuova. Studia i fenomeni complessi e le opportunità dei processi innovativi sulla società, sui mercati, sulle imprese e sulle persone. Promuove e sviluppa la ricerca interdisciplinare. Ha ideato e implementato il Knowledge interchange come nuovo modello di interazione tra Università e territori.

Alla presentazione, organizzata dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani e dalla casa editrice Rosenberg & Sellier, saranno presenti, oltre a Germano Paini, Gianmaria Ajani, Giuliano Amato e Laura Cioli.

0