...

Dalla memoria al mondo: il discanto di Alessandro Iovinelli

Quanto parte lontano, dentro di sé, chi scrive, per arrivare al mondo? Merleau-Ponty, filosofo dell'essere, sintetizzava così: «Il mondo nella mia mente, il mio corpo nel mondo». Non serve a nulla un canto monodico, a voce spiegata, che tratti il testo come il riflesso di una realtà salda, esteriore o interiore. Per dare luce a percorsi intrecciati, ma profondamente diversi e perfino tra di loro scissi, lo scrittore nato del tardo Novecento ha bisogno di un discanto che sperimenti una voce aggiunta (dolente ma ironica) e tenti di governare la polifonia delle altre voci in concerto, protese in direzioni contrastanti. In un Bildungsroman che accoppia in concordia discorde vita vissuta e vita scritta (romanzi e racconti, poesia, teatro, critica letteraria e cinematografica), Alessandro Iovinelli parte dalle profondità delle radici familiari (l'estro del bisnonno Peppe, creatore del teatro Ambra Jovinelli in Roma, all'inizio del XX secolo) e dalle fondative esperienze giovanili (la politica, il comunismo, le amicizie e i primi amori, in città come nei campeggi estivi di Settarme, in Valle d'Aosta) per approdare all'amore maturo, alla famiglia e alla paternità (stabilità?), ma anche al trasferimento all'estero per lavoro (avventura?), a Zagabria e a Parigi (dove incontra e frequenta Antonio Tabucchi), in una «ricerca ostinata, erratica, nomade, in una parola: étrange» – come ha scritto Predrag Matvejević in questo Speciale – di ponti da gettare tra l'esperienza della mente e l'apertura verso il mondo. Ora divaricate, ora in dialogo, ora sovrapposte, le voci del discanto, ascoltate ed escusse con passione, energia (anche drammatica) e lucidità sempre più matura, sono filtrate dalla poliedrica e ricca cultura di Iovinelli, che si fa scrittura di lingua tersa, nitida e colta e, dunque, per lui, per noi - lettrici e lettori -, nuova forma di vita. Interventi di Domenico Adriano, Tamara Baris, Paolo Di Paolo, Srećko Jurišić, Tonko Maroević, Predrag Matvejević, Julien Pouplard.


Primo piano


Neologismi


Domande e risposte


Da leggere

to-do: elenco filtri