Icona_Motore-di-ricercaMotori di Ricerca Banche dati
  Biblioteche Meteo
 

Scritto e parlato

#cancellettiinlibertà: l’hashtag da operatore digitale a marca dell’italiano contemporaneo offline

E pensare che l’hashtag ce l’aveva quasi fatta: proprio il cancelletto figurava tra le icone proposte dalla Hasbro Gaming in un popolare referendum online (Votemonopoly.com, gennaio 2017) per scegliere le nuove pedine del celebre gioco da tavolo Monopoly (cfr. Ansa online: World Monopoly Day, buon compleanno con 8 nuove pedine e edizione tricolore), ma ha mancato l’obiettivo per un pelo. D’altrond...

Totò, l'uomo che spernacchiava i caporali

Uno che potrebbe degnamente celebrare il cinquantenario della morte di Antonio Maria Giuseppe Gagliardi de Curtis Griffo Focas Angelo Flavio Ducas Comneno Porfirogenito di Bisanzio, il principe («Lo ammetto, questa storia della nobiltà è una sciocchezza, io però ci tengo»), in arte Totò (spirato a Roma, nato a Napoli nel 1898), è il sociologo e filosofo tedesco Hartmut Rosa, aus Lörrach, cittadina...

L’italiano e gli assistenti vocali

Oggi, l’interazione con i sistemi informatici passa di solito da uno schermo e una tastiera (fisica o virtuale). Tuttavia questo non è l’unico sistema immaginabile. Per molti tipi di attività, per esempio, l’interazione più funzionale sarebbe quella a voce. Fino a pochi anni fa il riconoscimento del parlato era però tecnicamente impossibile: i primi sistemi di dettatura capaci di trascrivere un te...

Tra lingua, “sistema” e testo: una Lezione di Francesco Sabatini

Consiste ac lege, fermati e leggi. E, magari, si non molestum est, rifletti su quanto appreso. La Lezione di italiano (2016) data alle stampe per Mondadori da Francesco Sabatini, il più perspicace innovatore tra i linguisti italiani, presidente onorario dell'Accademia della Crusca, è impostata come un'efficace apostrofe in cui, attraverso “Dialoghi” e “Inviti” in luogo dei tradizionali capitoli, è...

Bollicine di parole: un piccolo glossario spumeggiante

Il mese di dicembre, con le feste di fine anno, è il momento più favorevole per i vini spumanti. Garantisce ai produttori un volano commerciale, ma d’altro canto li preoccupa, perché questa stagionalità sfavorisce le vendite in altri periodi dell’anno. Inoltre – e questo è forse l’inconveniente maggiore – continua a veicolare una percezione settoriale di questo tipo di bevanda. La difficoltà a co...

La grammatica nei test INVALSI: storia, finalità e problemi

A don Lorenzo Milani, celebre educatore e insegnante, stava davvero a cuore sottolinearlo: non c'è nulla di più ingiusto che far parti uguali tra disuguali; del resto già Albert Einstein ci aveva messo in guardia dall'insidia rappresentata da quelle “parti uguali”: «ognuno di noi – scriveva il grande fisico – è un genio, ma se si giudica un pesce dalla sua capacità di arrampicarsi sugli alberi, lu...

Le parole cantate di Paolo Conte: l’incompatibilità coesa

di Samuel Cogliati*   Trattare in modo esauriente il lessico usato da Paolo Conte nei suoi testi richiederebbe un’indagine chirurgica e ossessiva, che consentisse di dipanare una matassa intessuta in ormai più di 40 anni di carriera. Sennonché, quest’opera unitaria è probabilmente fondata proprio su un carattere inestricabile: si può analizzare nelle sue fasi storiche, ma si rivela più coesa di qu...

Dal politichese al politicoso: l’effimero al potere

Dal politichese al politicoso: l’effimero al potere “Se voglio dire qualcosa alla Raggi la telefono”, “meno male che Renzi sia stato fischiato”, “come vi sareste comportati voi se questi accadimenti avrebbero riguardato altri partiti”, “mi facci finire”. In principio c’era il politichese, fatto di parole latine e oscuri riferimenti colti. Un linguaggio fiorito, infiorettato. Oggi c'è il politicos...

Webete: fare il tifo per o contro le parole nuove

Era successo con petaloso. È successo di nuovo con webete. Ormai, ogni parola nuova rilanciata dalla grande balestra informatica dei social media plana velocemente sulla corteccia cerebrale delle migliaia di frequentatori proattivi della Rete. Innesca sinapsi, rinfocola emozioni, stuzzica l'interventismo verbale. Piace, pollice alzato, like o cuoricino battente; non piace, pollice verso, parole di...

In principio era il verbo: la grammatica valenziale

L'Universo racchiuso in un cerchio, come dire: il màndala per eccellenza. Intuizione seducente quella di Pablo Carlos Budassi, diffusa di recente dal web. L'artista argentino, sovrapponendo le complesse mappe logaritmiche dell'Università di Princeton alle spettacolari immagini dei telescopi NASA, ha infatti elaborato una rappresentazione dell'Universo conosciuto – con la nostra galassia come perno...

1
|
2
|
3

UN LIBRO

La lingua della radio in onda e in rete

Enrica Atzori

La struttura del volume è chiara e lineare: dopo un’iniziale panoramica, sintetica ma ricca di dati, sulla suddivisione attuale delle concessioni, l’autrice passa in rassegna tutti i generi testuali radiofonici, per poi procedere a un’analisi linguistica svolta su tre livelli, coincidenti con i vari fronti operativi della radiofonia contemporanea: i programmi radiofonici più seguiti, le loro estensioni su Facebook (post) e i commenti dei likers a questi contenuti.