Icona_Motore-di-ricercaMotori di Ricerca Banche dati
  Biblioteche Meteo
 

ULTIME DOMANDE

*Clicca sui titoli delle sezioni per ordinare le domande in base alle tue preferenze

Ultime domande e risposte pubblicate Argomento
Come si chiamano i riflessi di luce del sole sul fondo di una piscina o su un fondo sabbioso del mare? Lessico
Gentilissima redazione, vorrei sapere se in italiano è possibile accettare il termine "mandatorio" in sostituzione di "obbligatorio". Lessico
Visto che dilagante è l'uso non solo nella lingua parlata ma anche scritta di “sindaca” e “ministra” senza una levata di scudi di chi fa della lingua italiana il proprio lavoro dovremo aspettarci fra non molto “autisto” “piloto” “anestesisto” “archiatro” “papo” e via andare? / Buongiorno, un piccolo spunto polemico: è ormai in corso una massiccia campagna a favore di parole come "ministra", "soldata" e "cancelliera"; perché allora non coniare anche termini come "guardio", "sentinello", "vedetto" e "guido turistico", se a svolgere tali funzioni è un individuo di sesso maschile? Lessico
Mi sono sempre chiesto se esista una regola per scegliere i suffissi -mento, -tura, -zione e via dicendo. Perché recupero e non recuperamento o recuperatura? Perché circolazione e non circolamento? Un italiano di solito non ha problemi con tali suffissi, mentre per uno straniero studente della nostra lingua la scelta deve generare turbamenti. O turbazioni? Grammatica
Vorrei sapere perché in italiano si è soliti a prediligere le forme più complesse rispetto a quelle più semplici: perché ad esempio si preferisce dire "dove è che lavori" piuttosto che "dove lavori"? Grammatica
Vi scrivo in merito ad un dubbio grammaticale ritornatomi dopo aver letto una vostra pagina web (http://www.treccani.it/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_176.html). Infatti, nella suddetta pagina, in una delle prime righe compare la frase "i giorni ed i mesi dell'anno". Ecco, il mio dubbio sta proprio nell'uso della congiunzione "ed" preferita alla "e". Fino a ieri, seguendo i dettami dell'Accademia della Crusca, sapevo che la "-d" andava aggiunta solo nel caso la parola successiva iniziasse con la vocale in oggetto ("e", in questo caso). Volevo appunto sapere perché avete fatto così oppure se é solo una svista... Grammatica
Vorrei sottoporvi un quesito, mi è stato chiesto quale delle seguenti tre frasi fosse sbagliata 1) spero che nei prossimi giorni non piova 2) spero che nei prossimi giorni non piove 3) spero che nei prossimi giorni non pioverà. Io ho dato per errate le frasi 2 perché per me il che regge esclusivamente il congiuntivo e 3 perché dalla costructio latina lo spero regge l'infinito futuro e non l'indicativo futuro. Grammatica
Vorrei sapere se la seguente frase è corretta: "Quando mio figlio ha finito di cenare l’ho seduto sul divano". Grammatica
È corretto dire "aperitivo cenato"? Lessico
Salve, volevo chiedere come mai sia utilizzato correntemente l'articolo "gli" davanti alla parola pneumatici, pur iniziando con una consonante! Grammatica
Vorrei gentilmente avere un chiarimento riguardo al seguente termine: zoocrazia. Ho letto la suddetta parola nel "Saggio introduttivo di Baudelaire sui racconti di Poe", e precisamente in questa frase: […] Si direbbe che dall’amore empio della libertà sia nata una nuova tirannia, la tirannia delle bestie o zoocrazia […] Ho cercato maggiori informazioni/una definizione chiara riguardo al lemma "zoocrazia", ma l'unico risultato trovato è stato "la zoocrazia: i pesci di Archippo". Potrei gentilmente avere una spiegazione della parola zoocrazia? Riguarda la politica (o la satira politica)? Oppure la drammaturgia? Molte grazie. Lessico
Ma si può dire la ministra Boschi? o la Prefetta Impresa o la Questora (sarebbe, credo, Questrice?) non sarebbe meglio dire LA Sindaco Raggi, LA Ministro Boschi, LA Prefetto Impresa, etc. Grammatica
Ho notato l'uso di locuzioni come 'quello che è', 'quelle che sono', a rinforzo di articoli determinativi. Ridondano quasi viziosamente in molti discorsi pubblici, descrittivi, scientifici. Se fossero omesse, il senso del discorso non cambierebbe affatto; perciò le ritengo assolutamente inutili. In qualche caso potrei concedere loro una certa funzione di collocazione temporale, o estetica... Mi sbaglio? Grammatica
Nella frase "Di questi argomenti non.....importa nulla" è più corretto utilizzare la particella "mi" o le particelle "me ne"? Grammatica
Non vorrei sbagliare, ma temo che una mia precedente domanda non vi sia pervenuta, quindi ritento. La voce 'Ermetismo' redatta da Luciano Anceschi per la vostra 'Enciclopedia del Novecento' contiene, nel paragrafo su Montale, questa frase: "Non vi è nulla del faqêr ungarettiano, delle sue avventure, nulla di una cultura che faceva conto del futurismo e delle avanguardie europee". Non conosco la parola "faqêr", né l'ho trovata cercando qua e là. Potete aiutarmi voi? Lessico
1
|
2
|
3

UN LIBRO

Slangopedia. Dizionario dei gerghi giovanili

Maria Simonetti

In questo agile volumetto Maria Simonetti fa una succosa spremuta del dizionario di Slangopedia reperibile nel sito dell’Espresso, attenendosi ai medesimi criteri selettivi colà adottati. Si tratta di criteri rispettabili e anche comprensibili: per esempio, «no a parole volgari e oscene», onde evitare, immaginiamo, un diluvio di invii.