Icona_Motore-di-ricercaMotori di Ricerca Banche dati
  Biblioteche Meteo
 

I "passanti" nell'analisi grammaticale è primitivo o derivato?

L’aggettivo passante (per es.: nella telefonia, centralino passante; in araldica, leone passante, raffigurato con la zampa anteriore destra alzata e le altre tre posate) e il sostantivo passante (qui ci fermiamo al significato basilare di ‘chi passa a piedi per una via’) manifestano quel tipo di fenomeno che i linguisti chiamano conversione, cioè il passaggio da una categoria grammaticale a un’altra, con acquisizione di una identità lessicale specifica. Il caso dei participi presenti (commerciante, stampante, ecc.) e passati (divorziato, morto, barrito) è abbastanza diffuso: del resto, nel nome stesso di participio è esplicitata la natura potenzialmente ibrida di questo oggetto grammaticale (il participio “partecipa” di più nature).

 

UN LIBRO

Viva il Latino. Storie e bellezza di una lingua inutile

Nicola Gardini

Il saggio scorre come un romanzo, che racconta la storia di una passione personale, quella dell’autore, nata ai margini dei banchi di scuola e nutrita di letture e traduzioni solitarie, di incontri euforici e illuminanti con i testi classici.

TAG