Icona_Motore-di-ricercaMotori di Ricerca Banche dati
  Biblioteche Meteo
 

Desidererei conoscere il significato e l'origine del nome "Venaria" ("Venaria reale", il castello dei Savoia) e se si dice "Venària" o "Venarìa".

Fabiana Cacciatori

Situata alla destra del corso del fiume della Stura di Lanzo, a nove chilometri a nord-ovest di Torino, sta la località di Venaria. Venaria si pronuncia con l'accento sulla penultima sillaba (Ve-na-rì-a). La denominazione risale al secolo XVII, quando il luogo, che confinava con La Mandria e con La Cassa, fu acquisito dai Savoia e trasformato in una riserva di caccia, al cui interno furono innalzate notevoli costruzioni (tra le quali una bella villa disegnata dall'architetto e urbanista Carlo di Castellamonte). La denominazione precedente era Altessano Superiore

Proprio perché destinato a riserva di caccia, il luogo fu ribattezzato ripescando il verbo latino venari 'cacciare, andare a caccia', con l'aggiunta del suffisso francesizzante -eria (del resto i Savoia furono più francesi che italiani per molti secoli).

UN LIBRO

L’etimologia

Daniele Baglioni

Daniele Baglioni, che insegna Linguistica italiana all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ci racconta le complesse vicende delle parole nel tempo. Prima di tutto facendo un po’ di ordine, anche per restituire a questa disciplina il suo rango e la sua nobiltà

TAG