14 luglio 2014

Botticelli all’asta per beneficenza

Un rarissimo disegno realizzato da Botticelli è stato battuto all’asta da Sotheby’s: con una base di partenza di un milione di sterline, Studio per S. Giuseppe Seduto (questo il nome attribuito all’opera) ha fatto lievitare le offerte fino a 1,3 milioni di sterline, più di due milioni di dollari. Comprensibile l’entusiasmo dei collezionisti: era dal XIX secolo che un disegno di Botticelli non entrava in possesso di un privato. Studio per S. Giuseppe Seduto è un pezzo unico per più di un motivo: realizzato a carboncino e china marrone tra il 1480 e il 1490, il disegno rappresentava l’unico esemplare autografo di Botticelli presente in una collezione privata – quella di Barbara Piasecka Johnson, moglie di John Seward Johnson, erede dell’omonima compagnia farmaceutica, che si era aggiudicata il cimelio per 88.000 dollari durante un’asta tenutasi a New York nel 1988. Ma il valore del disegno è soprattutto storico: si tratta infatti dell’unico schizzo preparatorio di Botticelli che può essere direttamente ricollegato a una sua opera, nel caso specifico l’affresco circolare attualmente custodito a Buscot Park, nel Regno Unito, che venne realizzato da Botticelli proprio negli ultimi anni del XV secolo. Escludendo la serie di illustrazioni realizzata per la Divina Commedia, esistono soltanto 12 disegni autografi di Botticelli: motivo che ha reso il lotto particolarmente appetibile. A giovarne particolarmente saranno gli ospiti della Fondazione Barbara Piasecka Johnson, ente di carità che aiuta i bambini affetti da autismo, a cui sono destinati tutti i soldi ricavati grazie all’asta.


0