23 dicembre 2013

Dieci romanzi per Natale: i secondi cinque

di Federico Batini

“Il fatto, ecco, il fatto è che non me l'aspettavo che lei andasse via davvero. Non è che a dieci anni, addormentandoti la sera, una sera come tante, né più oscura, né più stellata, né più silenziosa o puzzolente di altre, con i canti dei muezzin, gli stessi di sempre, gli stessi ovunque a chiamare la preghiera dalla punta dei minareti, non è che a dieci anni – e dico dieci tanto per dire, perché non è che so con certezza quando sono nato, non c'è anagrafe o altro nella provincia di Ghazni – dicevo, non è che a dieci anni, anche se tua madre, prima di addormentarti, ti ha preso la testa e se l'è stretta al petto per un tempo lungo, più lungo del solito...

[...] che un desiderio bisogna sempre averlo davanti agli occhi, come un asino una carota, e che è nel tentativo di soddisfare i nostri desideri che troviamo la forza di rialzarci, e che se un desiderio, qualunque sia, lo si tiene in alto, a una spanna dalla fronte, allora di vivere varrà sempre la pena.”

(Fabio Geda, Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari)

 

Come promesso proseguo con la lista di dieci libri che possono costituire un ottimo regalo di Natale. Un libro è un regalo che non finisce mai, che può essere aperto centinaia di volte, che non si “consuma” se lo facciamo usare anche ad altri, che… rimane. Mi permetto, allora, di insistere: regalare libri e comprarli in piccole librerie indipendenti può essere il modo per fare due regali in uno. Il recente annuncio del governo di uno sconto fiscale in arrivo per chi compra libri diventa un incentivo in più, conservate lo scontrino. Cominciamo dal libro citato in esergo, lo splendido romanzo di Fabio Geda che racconta la storia (vera) di Enaiatollah Akbari, un viaggio di emigrazione lunghissimo, che attraversa l’infanzia e l’adolescenza di Enaiatollah, un romanzo di formazione che lo consegna, alla fine, all’Italia già uomo. Un romanzo indimenticabile che ci aiuta a comprendere, attraverso una singola storia, le tante biografie di chi “lascia” per trovare, un romanzo che apre gli occhi. Leggibilissimo per adolescenti e pre-adolescenti, tradotto in tutto il mondo, adatto anche a un pubblico adulto. Nel mare ci sono i coccodrilli è, senza dubbio, uno dei prodotti migliori degli scrittori italiani degli ultimi anni. Mr Gwyn, di Alessandro Baricco è un’altra proposta per Natale. La storia di un uomo, Mr Gwyn appunto, uno scrittore piuttosto noto che, mentre passeggia per Regent’s Park, viene sfiorato da un pensiero. Ciò che Mr Gwin faceva per guadagnarsi la vita, lo capisce in quel momento, non era più adatto a lui. Non era la prima volta che quel pensiero lo sfiorava, ma mai lo aveva attraversato con quella pulizia, con quella nettezza. E allora? Allora l’intero romanzo è il percorso che quest’uomo fa per comprendere quale sia il lavoro adatto a lui. Incontri indimenticabili, decisioni solenni, scoperte progressive caratterizzano il romanzo. Meno noto, non meno bello, il romanzo Vecchi libri per quest’epoca incerta, di Valentino Ronchi. Ronchi è, principalmente, un poeta, uno dei migliori poeti under quaranta italiani; in questo libro si cimenta, per la prima volta, con la forma romanzo. Nel romanzo Valentino Ronchi racconta, pescando a piene mani dalla sua biografia, la storia di un giovane che nell’hinterland milanese vive, dopo la laurea, commerciando in libri vecchi. Cerca, rovista, acquista nelle cantine, nelle soffitte, tra scatole di traslochi e acquista a peso, a blocchi, singolarmente… per poi rivendere in mercatini specializzati e a librerie. Toni delicati e una realtà che sfida la fantasia, un romanzo da consigliare a tutti, specie in un momento di crisi, per sollecitare ogni giovane a costruirsi una professione su misura. Wonder è un romanzo di R. J. Palacio. August, il protagonista, ha dieci anni, ventisette operazioni alle spalle e si presenta così: So di non essere un normale ragazzino di dieci anni. Sì, insomma, faccio cose normali, naturalmente. Mangio il gelato. Vado in bicicletta. Gioco a palla. Ho l’Xbox. E cose come queste fanno di me una persona normale. Suppongo. E io mi sento normale. Voglio dire dentro. Ma so anche che i ragazzini normali non fanno scappare via gli altri ragazzini normali tra urla e strepiti ai giardini. E so che la gente non li fissa a bocca aperta ovunque vadano. Una storia terribile e dolcissima, una storia che, attraverso la proposta di più punti di vista, affascina e aiuta a comprendere il nostro rapporto con la diversità e le difficoltà che un ragazzino caratterizzato da un aspetto davvero particolare deve affrontare. Scritto pensando a un pubblico di pre-adolescenti, Wonder dovrebbe essere letto anche dai genitori. Per chi è in crisi, per chi deve ridefinirsi, per chi deve fare delle scelte decisive il romanzo del momento è La seconda vita del signor Borg,  di Mikael Bergstrand. Cosa fareste voi se aveste cinquant’anni, foste sovrappeso, aveste divorziato senza digerire affatto la cosa e… tanto per completare il roseo quadro, foste appena stati licenziati? Un romanzo che è l’elogio della seconda opportunità, perché c’è sempre una seconda opportunità… o più di una... Ecco, non resta che augurarvi un Natale e un 2014 di letture sorprendenti e di belle storie, anche personali, da raccontare…

 

Infine, se avete voglia di fare un regalo in più… be’, potreste regalare un libro alla piccola biblioteca della Casa Rifugio di Pronto Donna di Arezzo, dove vivono donne vittime di violenza e della tratta con i loro bambini. Per informazioni rivolgersi alla Libreria Leggere.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0