25 giugno 2012

I Sex Pistols le suonano alle Olimpiadi di Londra

Band leggendarie come   Beatles, Rolling Stones e Pink Floyd, ma anche la compianta Amy Winehouse, i modernissimi Muse e ‘giovani leve’ come gli Arctic Monkeys. Ma soprattutto i Sex Pistols, con quella celebre canzone, God save the Queen, il singolo più rappresentativo e polemico dell’intero movimento punk-rock londinese, che fu censurato nel 1977 dalle emittenti radio e televisive. Si tratta forse di un tardivo omaggio, o forse di una riabilitazione postuma, ma è sicuramente una scelta voluta fortemente da Danny Boyle (il celebre regista di capolavori come Trainspotting e The Millionaire): come direttore artistico della kermesse, Danny Boyle sta infatti definendo, secondo le ultime indiscrezioni, la playlist ufficiale della  cerimonia d’apertura dei prossimi giochi olimpici di Londra 2012, che si terrà il prossimo 27 luglio all’Hyde Park. Nella  lista delle 86 canzoni che faranno da colonna sonora alla cerimonia inaugurale, Danny Boyle avrebbe inserito ovviamente anche brani più tradizionali e patriottici, ma indubbiamente spiccano, oltre alla già citata God save the Queen, anche il controverso brano Relax dei Frankie Goes To Hollywood, anch’esso censurato dalla BBC per via della copertina troppo scandalosa e per il testo troppo esplicito. Nella playlist proposta dal direttore artistico dello show di apertura (che pare sia costato 27 milioni di sterline) ci sarebbero anche brani firmati dai Clash, oltre a Going underground dei The Jam e My Generation degli Who, e ai brani di molte band pop-rock che sono il fiore all’occhiello della musica contemporanea britannica: Radiohead, Coldplay, Oasis e Blur. Sempre secondo indiscrezioni, la musica sarà mixata da  Underworld, la coppia di deejay formata da Karl Hyde e Rick Smith.


0