05 dicembre 2016

Il record del riscaldamento globale

Le rilevazioni effettuate dal World Metereological Organization (WMO) evidenziano un aumento delle temperature del globo terrestre pari a 1,2° Celsius (°C) dal periodo pre-industriale fino ai giorni nostri.

I dati più allarmanti provengono dall’Antartide, dove è stato calcolato che la temperatura superficiale di questa regione è aumentata di 11,3°C rispetto a 21.000 anni fa , mentre la media della temperatura negli altri continenti è aumentata di 3-6°C. 

Uno studio effettuato dai ricercatori dell'University of California di Berkley, della Pennsylvania State University e della Scripps Institution of Oceanography ha evidenziato che i cambiamenti della temperatura globale sono maggiori nelle regioni artiche, a causa dell’elevata concentrazione dei gas serra e da una minore riflettività per la riduzione della superficie composta dai ghiacci.

Gli studi sono stati svolti in Antartide, perché l’analisi della composizione dei ghiacci polari, mediante la tecnica del carotaggio, evidenzia più facilmente la storia dei cambiamenti climatici del globo terrestre e della sua vegetazione. Infatti mediante le inclusioni dell’acqua nel ghiaccio si evidenziano differenze morfologiche-strutturali stratificate lungo il campione estratto. I ricercatori sono ora riusciti ad analizzare i vari componenti  presenti nei carotaggi, quali  le inclusioni d'aria, la forma isotopica dell'acqua e gli elementi strutturali del ghiaccio, come la granulometria dei suoi nuclei. Dallo studio di questi fattori si evidenzia l’andamento delle temperature nel corso degli anni. L’obiettivo è di monitorare la situazione relativa ai ghiacciai affinché vengano presi preventivamente provvedimenti a livello globale, coerenti con il trattato di Parigi (COP21) del 2015 (entrato in vigore il 7 novembre 2016 nella conferenza COP22) e sottoscritto da 132 nazioni . L’intero pianeta è minacciato da diversi fenomeni legati all’alterazione dell’ecosistema, quali la desertificazione, la siccità, l’innalzamento del livello del mare con il conseguente inabissamento diintere isole, ad esempio le Maldive, le alluvioni e gli straripamenti dei fiumi, l’aumento della violenza dei tifoni, nonché la tropicalizzazione del clima in alcune regioni, come sta avvenendo nel nostro Paese.

 


0