31 marzo 2014

La PFM porta il progressive in crociera

Probabilmente è la rock band italiana più conosciuta al mondo, sicuramente l’unica ad aver fatto capolino all’interno della prestigiosa classifica Billboard negli Stati Uniti: dal 7 al 12 aprile la PFM (Premiata Forneria Marconi) partirà – è proprio il caso di dirlo – per una nuova avventura, una vera e propria ‘crociera del prog’, che vedrà protagonisti i maggiori interpreti del genere su scala mondiale, che allieteranno gli ospiti con una serie di concerti memorabili. La PFM è stata invitata a prendere parte a una line-up che la vedrà accostata ad altre grandi leggende della musica progressive: la band italiana avrà l’onore di esibirsi accanto a formazioni che hanno fatto la storia della musica, come Yes e Marillion, e ad artisti di calibro internazionale come Steve Hackett, per moltissimi anni una delle colonne portanti dei Genesis. Cruise to the edge, questo il nome del tour, è un festival ambientato su una lussuosa e mastodontica nave da crociera, la MSC Divina, che ospita la sala da concerti ‘galleggiante’ più grande al mondo. La crociera partirà il 7 aprile da Miami per poi proseguire in Honduras e Messico. Si tratta dell’ennesimo riconoscimento internazionale alla bravura della Premiata Forneria Marconi, in questi mesi impegnata in un estenuante tour mondiale: dopo le esibizioni in Guatemala e Brasile, infatti, tornerà a esibirsi in Giappone, dove è attesa a maggio per una doppia data. Un Paese, quello del Sol Levante, in cui la band conobbe un grande (e curioso) successo negli anni Settanta, tanto che nel 2002 la PFM volle dedicargli l’album Live in Japan.


Per saperne di più

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0