15 ottobre 2012

Lissner dalla Scala all’Opéra di Parigi

L’annuncio è ufficiale: a partire dal 2015 Stéphane Lissner, attuale sovrintendente della Scala, sarà il prossimo direttore artistico dell'Opéra di Parigi. La notizia è stata data ufficialmente dal ministero della Cultura francese. La scelta, secondo il quotidiano francese Le Monde, sarebbe dipesa dalle dimissioni dell'attuale direttore dell'Opéra Nicolas Joel, che in passato aveva già più volte annunciato di non voler accettare un secondo mandato, in segno di protesta contro i tagli al bilancio approvati dal ministero stesso, una riduzione di budget di circa il 2,5% in tre anni. Come da prassi dell’illustre teatro lirico francese, Lissner è stato chiamato immediatamente ad affiancare l’attuale sovrintendente, per avviare da subito le nuove stagioni. Per La Scala, a questo punto, sorge il problema di individuare il prima possibile il degno successore di Lissner ed evitare in questo modo l’insorgere di qualsivoglia passaggio traumatico nel cambiamento di gestione del teatro. Cinquantanove anni, Lissner ha già consolidato con la Francia un lungo rapporto artistico e professionale. È stato infatti direttore generale del Théâtre du Châtelet di Parigi per dieci anni, dal 1998 al 2008, mentre dal 1994 al 1996 è stato direttore generale dell’orchestra di Parigi. Dal 1998 al 2005 ha inoltre guidato il Théâtre des Bouffes du Nord, e dallo stesso anno ha assunto la direzione del festival di Aix-en-Provence , conservata fino al 2006. Facile perciò intuire perché, per rilanciare l’Opéra, il ministero della Cultura francese abbia deciso di puntare da subito sulla figura di Lissner, che ben presto prenderà la direzione di quello che potrebbe essere definito il tempio della musica lirica, non solo francese.


0