09 dicembre 2015

Un collare fosforescente per salvare gli uccellini

Una sperimentazione condotta dalla Victoria University of Wellington dimostra che l’adozione di collari contrassegnati da colori accesi potrebbe contribuire a diminuire drasticamente il numero delle vittime causate dai gatti, domestici e non, ai quali è stato più volte imputato di incidere sensibilmente sull’equilibrio della fauna selvatica, in prevalenza uccelli e roditori.

Del resto molti studi hanno già dimostrato come le specie selvatiche sviluppatesi in contesti isolati, come per l’appunto quello delle isole neozelandesi, siano particolarmente esposte al rischio di estinzione: nonostante l’origine di questo fenomeno sia in massima parte imputabile all’inquinamento e alle attività umane, secondo gli scienziati anche i gatti contribuirebbero significativamente a questo processo, in quanto le specie selvatiche che si sono evolute in ambienti privi di felini sono maggiormente esposte a divenirne le prede ideali. Da qui l’idea di progettare un tubo di tessuto dai colori sgargianti con cui decorare il collare dei gatti: secondo i ricercatori della Victoria University of Wellington, si tratta di un semplice accessorio capace di vanificare la proverbiale abilità di caccia dei felini, rendendoli immediatamente più visibili a uccelli e roditori. «Molti volatili hanno un avanzato sistema visivo che li mette nella condizione di notare i colori brillanti particolarmente bene, anche in condizione di scarsa luminosità», spiega Heidy Kikillus, ricercatrice di ecologia, che attraverso la collaborazione con il Wellington City Council ha invitato tutti i proprietari di gatti domestici a prendere parte al primo test, che sarà condotto durante la prossima estate. «A tutti i partecipanti sarà fornito un collare con cover rimovibile realizzato negli Stati Uniti dalla società Birdsbesafe, e saranno invitati a registrare il numero delle prede catturate dal proprio animale, con o senza il collare, in un periodo di otto settimane. I media hanno dedicato molte attenzioni a questi piccoli felini a causa del loro potenziale impatto negativo sulla fauna selvatica, e sarà interessante constatare se l’utilizzo di questi collari sia in grado di arginare questo impatto».

 


0