26 ottobre 2018

Sahle-Work Zewde: la prima donna presidente in Etiopia

Con voto unanime il Parlamento dell’Etiopia ha scelto per il ruolo di presidente Sahle-Work Zewde, prima donna a ricoprire questa carica nella storia del Paese e attualmente l’unica in Africa (l’ultima è stata Ameenah Gurib-Fakim nelle Mauritius, dimessasi a marzo). La nomina di Zewde arriva a pochi giorni dalla formazione da parte del premier Abiy Ahmed di un nuovo governo costituito per metà da donne: anche se il ruolo del presidente in Etiopia è principalmente di rappresentanza, mentre il potere politico rimane nelle mani del primo ministro, si tratta di un ulteriore segnale di cambiamento, dal forte valore simbolico e con un significativo impatto sociale.

Zewde, 68 anni, nata ad Addis Abeba, ha studiato in Francia e ha alle spalle una lunga carriera diplomatica: ambasciatrice in Senegal, Gibuti e Francia, prima di essere designata presidente era rappresentante del segretario generale delle Nazioni Unite presso l’Unione Africana. Nel suo primo discorso al Parlamento ha invitato governo e opposizione a lavorare insieme per la ‘casa comune’, concentrandosi sulle cose che uniscono invece che su quelle che dividono, e ha promesso di dare voce alle donne, che pagano il prezzo più alto quando manca la pace. Se il processo di cambiamento in corso verrà portato avanti da uomini e donne insieme, ha proseguito la presidente, sarà possibile costruire una nazione di cui essere orgogliosi, finalmente libera da discriminazioni religiose, etniche e di genere.

 

Crediti immagine: da ITU Pictures [CC BY 2.0  (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], attraverso Wikimedia Commons

0