14 dicembre 2018

Yemen, accordo per il cessate il fuoco nell’area di Hodeida

Il segretario generale dell’ONU, António Guterres ha annunciato il raggiungimento di un accordo tra le parti in conflitto in Yemen per il cessate il fuoco nella città portuale di Hodeida e per il ritiro delle truppe dal porto. Si tratta di un importante passo in avanti verso la soluzione del conflitto che dilania da quasi quattro anni lo Yemen ed è il frutto di una settimana di colloqui che si sono svolti nel castello Johannesberg di Rimbo, in Svezia. Alla conferenza hanno partecipato la ministra degli Esteri svedese Margot Wallström, l’inviato speciale ONU Martin Griffiths, il Sultanato dell’Oman, il governo del Kuwait, gli ambasciatori in Yemen della comunità internazionale e nell’ultimo giorno di incontri, giovedì 13 dicembre, oltre a Guterres, sono intervenuti i ministri degli Esteri di Gran Bretagna, Emirati Arabi e Arabia Saudita. Ma il ruolo principale lo hanno svolto ovviamente le delegazioni yemenite, finalmente coinvolte in un dialogo diretto, dopo mesi di tentativi e di incomprensioni. Quella del governo riconosciuto a livello internazionale era guidata dal ministro degli Esteri Khaled al-Yamani, mentre i ribelli Houthi erano rappresentati da Mohammed Abdelsalam. Alla fine i capi delle delegazioni delle parti yemenite in conflitto hanno sancito l’intesa con una stretta di mano, che simbolicamente rappresenta la speranza di una pacificazione globale del Paese, che appare all’oggi piuttosto lontana. L’accordo prevede il ritiro sia delle forze governative e dei loro alleati della coalizione araba a guida saudita sia delle milizie Houthi da Hodeida e dal suo porto, che sarà posto sotto la tutela internazionale, garantita dall’ONU.

Molte altre questioni, tra cui la gestione dell’aeroporto di Sana’a, la capitale dello Yemen, e soprattutto lo stabilirsi di una tregua generalizzata sono da affrontare; ma la cessazione delle ostilità ad Hodeida, che è il più importante porto del Paese, aumenta notevolmente la possibilità di fornire aiuto concreto e regolare alla popolazione civile yemenita, attraversata da una crisi umanitaria sconvolgente.

 

Crediti immagine: Almigdad Mojalli/VOA [Public domain], attraverso Wikimedia Commons

0