25 novembre 2019

Al vertice dei ministri degli Esteri del G20 a Nagoya, in Giappone, assenze illustri e polemiche

Il vertice dei ministri degli Esteri di Nagoya del 22 e 23 novembre era l’ultimo evento dell’anno in cui il Giappone esercitava la presidenza del G20. Un appuntamento importante, a cui Tokyo teneva particolarmente, che però è stato un po’ sminuito da diverse assenze importanti. Mancava in primo luogo il segretario di Stato Mike Pompeo, impegnato nel vertice NATO, anche se alcuni osservatori hanno notato che avrebbe potuto comunque presenziare ad entrambi gli appuntamenti; mancavano inoltre il ministro degli esteri del Regno Unito, con la scadenza elettorale ormai alle porte, Luigi Di Maio, che si trovava nelle regioni italiane colpite dalle recenti calamità naturali, il ministro francese. Gli ostacoli che una realtà come il G20 si trova di fronte sono comunque di sostanza. Il vertice aveva come tema principale il commercio internazionale; si è dovuto prendere atto di una situazione di stallo del commercio e di un notevole avanzamento dalle politiche protezioniste. Come segnalato dal WTO (World Trade Organization) i Paesi del G20 hanno introdotto negli ultimi mesi numerose barriere commerciali, sotto forma di aumento di dazi e restrizioni alle importazioni. Le misure restrittive hanno raggiunto livelli storicamente alti e non si vede al momento una via d’uscita, in un clima di discordia e di tensioni; il vertice è stato anzi l’occasione per ulteriori polemiche tra Cina e Stati Uniti. Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha accusato gli Stati Uniti di aver scelto la strada dell’unilateralismo e del protezionismo, minando in questo mondo il sistema commerciale multilaterale e diventando la principale fonte di instabilità a livello globale. Gli attacchi contro le imprese cinesi sono stati definiti da Wang Yi degli atti di bullismo. Le difficoltà del vertice non risiedevano con ogni evidenza nella difficoltà dei ministri a presenziare, ma in una partita a livello globale tra due concezioni del commercio e nella lotta per l’egemonia tra due grandi potenze. 

 

Immagine: I partecipanti al vertice dei ministri degli Esteri del G20, Nagoya, prefettura di Aichi, Giappone (23 novembre  2019). Crediti: Copyright (C) 2006-2019 Image Works

0