17 settembre 2019

Audizione dell’Ungheria al Consiglio dell’Unione Europea

Lunedì 16 settembre la ministra della Giustizia ungherese Judit Varga si è recata a Bruxelles per un’audizione richiesta dal Consiglio dell’Unione Europea nell’ambito della procedura disciplinare per l’eventuale applicazione all’Ungheria dell’art. 7 del Trattato sull’Unione Europea – che si mette in atto qualora si stabilisca che vengono violati principi fondamentali dell’Unione Europea – avviata a settembre dello scorso anno. Il Parlamento europeo aveva chiesto infatti al Consiglio di fare una valutazione rispetto a diversi ambiti tra cui la libertà accademica e dei media, i diritti di migranti, richiedenti asilo e minoranze, il sistema giudiziario. Varga ha citato un documento di 158 pagine prodotto da Budapest che spiega come il procedimento sia ingiustificato e nel quale vengono contestati gli stessi presupposti legali per l’avvio del procedimento. Il governo ungherese ritiene che la decisione del Parlamento europeo abbia motivazioni politiche, che nulla hanno a che fare con lo Stato di diritto e che partendo da presupposti errati conducono necessariamente a conclusioni infondate, riferendosi inoltre ad ambiti che non ricadono tra quelli legittimamente di competenza della procedura. Zoltan Kovacs, portavoce del governo ha parlato di azione contro l’Ungheria da parte della lobby promigranti, confermando le affermazioni di Varga secondo cui il Paese paga la sua opposizione rispetto all’immigrazione di massa. L’audizione è solo il primo passo di procedimento che potrebbe essere molto lungo e che potrebbe portare, come sanzione, alla sospensione dell’erogazione di fondi europei; perché i provvedimenti siano applicati è però necessaria l’unanimità e la Polonia, che è anch’essa oggetto di indagine per violazioni dello Stato di diritto, difficilmente darebbe voto favorevole.

 

Immagine: Palazzo del Parlamento ungherese, Budapest, Ungheria (2015). Crediti: Godot13. Attribution Andrew Shiva [Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale], attraverso it.wikipedia.org

 


0