18 novembre 2019

Confermato il governatore democratico della Louisiana, sconfitta per Trump

Il democratico John Bel Edwards è stato confermato governatore dello Stato della Louisiana battendo al ballottaggio il candidato repubblicano Eddie Rispone, un imprenditore e neofita della politica sostenuto da Trump, che in due occasioni è venuto di persona per tenere un comizio in suo favore. Si è trattato di una vittoria di misura, con uno scarto di circa 40.000 voti, ma per il presidente statunitense è un segnale fortemente negativo, che arriva tra l’altro a pochi giorni di distanza dalla sconfitta repubblicana in Kentucky, dove il governatore uscente Matt Bevin ha dovuto cedere il passo allo sfidante democratico Andy Beshear. Il voto in Louisiana è stato infatti visto come un test indicativo di un calo di popolarità per Trump in seguito alle prime audizioni pubbliche relative alla richiesta di impeachment, anche in considerazione del fatto che in questo Stato l’attuale presidente aveva vinto con uno scarto di 20 punti su Hilary Clinton nel 2016. Edwards, che nel salutare la vittoria ha confermato il suo impegno sui punti cardine del suo programma – investimenti nell’istruzione e nella formazione, miglioramento dell’assistenza sanitaria, aumento del salario minimo ‒ rimane comunque l’unico governatore democratico del ‘profondo Sud’; ma va anche sottolineato che si tratta di un democratico piuttosto sui generis, con alcuni aspetti non perfettamente in linea con il suo partito, che gli hanno permesso di intercettare almeno in parte anche il voto dei repubblicani, delusi dalla scarsa personalità di un candidato come Rispone che ha basato tutta la sua campagna elettorale sulla sua vicinanza a Trump. Edwards è infatti noto per le sue posizioni antiabortiste  ‒ ha firmato proprio all’inizio di quest’anno una legge particolarmente restrittiva in proposito – e favorevoli invece al possesso di armi, autodefinendosi un “pro-life, pro-gun Democrat”.

 

Immagine: Il governatore della Louisiana John Bel Edwards parla ai media a Lafayette, Louisiana, (3 agosto 2016). Crediti: Batch1928 44 [Creative Commons CC0 1.0 Universal Public Domain Dedication], attraverso Wikimedia Commons

0