15 marzo 2019

India e Pakistan: segnali di distensione

Prove di dialogo fra Pakistan e India dopo le tensioni che hanno caratterizzato le ultime settimane; funzionari indiani e pakistani si sono incontrati giovedì 14 marzo ad Attari, in India, nei pressi del confine tra i due Paesi, per discutere l’apertura del valico di frontiera, il cosiddetto Corridoio di Kartarpur, che faciliterebbe l’ingresso senza necessità di visti dei pellegrini sikh indiani al santuario Gurdwara Darbar Sahib, che si trova nel distretto di confine Narowal in Pakistan. Il santuario, uno dei luoghi sacri più importanti della religione sikh, è visibile ad occhio nudo dalla frontiera e spesso i fedeli si radunano al confine per ammirarlo da lontano. Al di là del tema specifico, la conferma dell’incontro, che era stato programmato da tempo, e che si è sviluppato secondo il comunicato ufficiale in modo dettagliato e costruttivo, rappresenta un’importante indicazione che la fase acuta della crisi tra i due Paesi è superata.  Il prossimo appuntamento per approfondire la questione è stato fissato per il 2 aprile; nel frattempo la normalizzazione delle relazioni diplomatiche potrebbe compiere qualche passo in avanti.  Il premier pakistano Imran Khan si sta muovendo con prudenza per evitare un isolamento internazionale del suo Paese sotto accusa per un atteggiamento tollerante e secondo alcuni di reale sostegno nei confronti del fondamentalismo, in particolare verso i Talebani in Afghanistan e verso Jaish-e-Mohammad (JeM), formazione islamista separatista attiva nel Kashmir indiano. A causa dell’attentato compiuto da JeM il 14 febbraio, in cui avevano perso la vita 44 membri delle forze paramilitari indiane, i rapporti fra i due Paesi erano precipitati, con incursioni aeree, rappresaglie e violazioni del confine. Il Pakistan accusato apertamente dall’India di proteggere l’organizzazione islamista, si è impegnato a una più incisiva azione di controllo e di prevenzione; una posizione necessaria per non far precipitare la situazione e non far rimanere il Pakistan vincolato dall’alleanza esclusiva con la Cina.

 

Immagine: Cerimonia Beating of Retreat al confine tra India e Pakistan, a Wagah, Punjab, Pakistan (5 dicembre 2010). Crediti: Koshy Koshy. Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0), attraverso www.flickr.com

0