10 dicembre 2019

La nuova premier finlandese Sanna Marin

In Finlandia dopo la crisi che ha portato a inizio dicembre alle dimissioni di Antti Rinne – sfiduciato a causa del modo in cui ha gestito uno sciopero di due settimane del servizio postale ‒ il Partito socialdemocratico ha designato come premier Sanna Marin, 34 anni, allo stato attuale la più giovane al mondo a ricoprire questa carica. Marin, ministra dei Trasporti uscente, parlamentare dal 2015, è nata a Helsinki nel 1985, ha vissuto a Espoo e a Pirkkala prima di laurearsi in scienze dell’amministrazione a Tampere, dove ha iniziato a 27 anni la sua carriera politica, eletta nel 2012 nel consiglio comunale, di cui è divenuta presidente nel 2013. La nuova premier guiderà un esecutivo caratterizzato proprio dalla presenza di giovani donne e avrà l’incarico di ricompattare la coalizione di governo che comprende oltre ai socialdemocratici, altri quattro partiti: l’Alleanza di sinistra, guidata da Li Andersson, ministra dell’Istruzione, 32 anni; il Partito di centro la cui leader è Katri Kulmuni, 32 anni, fino ad ora vicepremier e responsabile dell’Economia; i Verdi con a capo Maria Ohisalo, 35 anni, agli Interni, e il Partito popolare svedese con alla guida la cinquantacinquenne Anna-Maja Henriksson, alla Giustizia. Scongiurate dunque per il momento nuove elezioni, che potrebbero portare ad una affermazione di Perussuomalaiset (‘I veri finlandesi’), partito conservatore di orientamento nazionalista, dato in vantaggio dai sondaggi, ma certo il compito di tenere insieme la coalizione non sarà semplice. Ai giornalisti che si soffermavano sulla sua giovane età, sulla sua provenienza da una famiglia ‘arcobaleno’ formata da due donne, o su altri dettagli della sua vita personale Marin ha risposto di non pensare mai alla sua età o al suo genere, ma alle ragioni che l’hanno condotta a entrare in politica e alle cose che le hanno consentito di conquistare la fiducia degli elettori. Temi fondamentali per la nuova premier sono l’ambiente, l’istruzione, il welfare, l’occupazione giovanile e le disparità di reddito.

 

Immagine: Sanna Marin (10 novembre 2015). Crediti: Demarit. Foto: Jukka-Pekka Flander / SDP [Attribution-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-ND 2.0)], attraverso  www.flickr.com

 


0