23 aprile 2019

Zelenskij nuovo presidente dell’Ucraina

Volodymyr Zelenskij ha vinto il ballottaggio che lo vedeva contrapporsi a Petro Porošenko il 21 aprile, conquistando una percentuale altissima di voti, oltre il 73%, ed è il nuovo presidente dell’Ucraina. Zelenskij, 41 anni, attore, è un neofita assoluto della politica, che entra nel suo curriculum, se così si può dire, solo in quanto ha interpretato in uno sceneggiato di grande successo il ruolo di un insegnante, Vasyl Petrovych Holoborodko, che, grazie a un video in cui si scaglia contro la corruzione nel Paese, ripreso da un suo studente e diventato virale in rete, finisce con il diventare davvero presidente. Il titolo della fiction, Servitore del popolo, è anche il nome che Zelenskij ha dato al suo movimento politico, in un gioco di specchi che sembra voler annullare la distanza tra il personaggio televisivo e quello pubblico. Resta da vedere ora come il nuovo presidente affronterà le numerose criticità del Paese, visto che del suo programma politico si sa in realtà ben poco; durante la campagna elettorale Zelenskij ha infatti evitato il più possibile sia il confronto diretto con gli avversari sia le domande dei giornalisti, puntando tutto sulla lotta alla corruzione e allo strapotere degli oligarchi e sul suo essere un ‘uomo nuovo’ e per questo diverso da qualsiasi altro politico sulla scena. Molti osservatori sottolineano però come lo sceneggiato sia trasmesso dalla rete di cui è proprietario il ricchissimo Igor Kolomoisky, noto anche per un grande scandalo in cui è stata coinvolta la sua banca PrivatBank, e con il quale pare che Zelenskij sia anche socio in affari. Tutto da definire anche il rapporto con la Russia; Putin, affermando che è troppo presto, si è rifiutato per il momento di congratularsi con il neoeletto presidente, e resta in attesa delle sue prime mosse per valutare, mentre da più parti Zelenskij viene ritenuto in prospettiva filorusso, soprattutto in confronto al suo predecessore Porošenko.

 

Immagine: Volodymyr Zelenskij (1 marzo 2009). Crediti: Hronometer at Russian Wikipedia [Public domain], attraverso commons.wikimedia.org

0