11 giugno 2018

La madre di tutte le lucertole?

I più antichi fossili di Squamati moderni – serpenti, Anfisbenidi, lucertole – ritrovati risalivano fino a oggi al Giurassico medio, ossia a circa 165 milioni di anni fa, e in quest’epoca veniva quindi collocata la loro apparizione sul pianeta. L’osservazione di un piccolo fossile rinvenuto sulle Dolomiti nel 1999 e descritto già nel 2003, ma rianalizzato recentemente con le nuove tecniche di ricostruzione tridimensionale, unita all’analisi delle sequenze di DNA induce a retrodatare la loro origine di almeno 75 milioni di anni, ossia a 240 milioni di anni fa: un lasso di tempo molto significativo se si pensa che 250 milioni di anni fa, nel Permiano-Triassico, vi fu un cataclisma di dimensioni straordinarie (ancora superiore a quello del Cretaceo-Paleocene, che causò la scomparsa, tra gli altri, dei Dinosauri), forse prodotto da un’eruzione vulcanica durata un milione di anni, che provocò l’estinzione del 95% delle forme di vita. In sostanza, i risultati della ricerca suggeriscono che gli squamati moderni esistessero già all’epoca della grande estinzione di massa e fossero tra quell’esiguo 5% di sopravvissuti.

                                                                                                         Produzione MUSE – Museo delle scienze

Secondo gli autori della ricerca – un team multidisciplinare di studiosi del MUSE - Museo delle scienze di Trento, del Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam di Trieste, del Centro Fermi di Roma e di Elettra - Sincrotrone Trieste – questo piccolo fossile di Megachirella wachtleri, ben incastonato nella pietra e perciò fino a oggi difficilmente analizzabile, che viveva a terra benché ritrovato in depositi marini, forse trascinato via da un’onda – allora quello delle Dolomiti era un paesaggio marino composto di atolli e barriere coralline –, si pone alla base evolutiva degli squamati, che con le loro circa 10.000 specie costituiscono uno dei più grandi ordini di Vertebrati esistenti, e ci costringerà a riscrivere la storia della loro origine, finora in gran parte ignota.


0