17 giugno 2014

Un pomodoro al giorno

Una pillola da assumere quotidianamente per ridurre il rischio di attacchi di cuore e ictus: questo il risultato di un esperimento condotto dai ricercatori della Cambridge University, che hanno testato con esiti positivi un nuovo farmaco a base di licopene, un potente antiossidante appartenente alla famiglia dei carotenoidi che si trova in abbondanza all’interno dei pomodori, dei quali determina il caratteristico colore rosso. La sperimentazione è stata effettuata su 72 volontari, la metà dei quali affetti da malattie cardiovascolari, l’altra metà invece composta da pazienti sani: a ognuno di loro, per due mesi, sono state consegnate delle compresse da ingerire, che potevano essere il nuovo farmaco al licopene o un semplice placebo. Per rendere ancora più trasparente la valutazione clinica, soltanto alla fine della sperimentazione i pazienti e i ricercatori sono stati informati su cosa realmente contenessero tali compresse. Le analisi effettuate dopo il primo ciclo di terapia hanno dimostrato, nei pazienti che avevano assunto regolarmente la pillola antiossidante, un notevole miglioramento del flusso sanguigno dell’avambraccio – un indicatore importante per valutare la salute dell’intero sistema circolatorio e per diagnosticare l’insorgere di problematiche cardiovascolari, anche se serviranno ulteriori ricerche per valutare precisamente gli effetti del farmaco sulla pressione sanguigna e i livelli di grasso presenti nel sangue. “Una ‘pillola al pomodoro’ quotidiana non è un’alternativa agli altri trattamenti”, afferma Joseph Cheriyan, a capo del progetto, “ma potrebbe fornire benefici aggiuntivi se assunta parallelamente alle altre terapie.” 


0