15 giugno 2020

Quasi 8 milioni i casi nel mondo

Sono quasi 8 milioni, secondo i dati sulla diffusione dell’epidemia a livello globale della Johns Hopkins University, i casi di Coronavirus segnalati nei 188 Paesi colpiti dalla pandemia, oltre 434.000 le vittime. Hanno superato quota 2.100.000 i casi registrati negli Stati Uniti, ormai da settimane il principale focolaio dell’epidemia a livello mondiale, dove si registra anche il maggior numero di vittime, che sfiorano ormai quota 116.000. Subito dopo si segnala la drammatica situazione dell’America Latina, e in particolare del Brasile, con più di 867.000 casi e oltre 43.000 vittime. In rapidissima crescita il numero dei casi registrati in Russia, ad oggi oltre 536.000, e in India, con più di 332.000 casi segnalati. Quasi 298.000 sono invece i casi registrati nel Regno Unito, dove si contano quasi 42.000 vittime.

In Italia sono ad oggi 237.290 i casi totali di Coronavirus registrati, 303 più di ieri. 25.909 sono i casi attualmente positivi, 365 in meno di ieri e in progressiva discesa. Il numero dei guariti e dimessi, infatti, continua a crescere rapidamente. Ad oggi sono 177.010.

Dei casi positivi, secondo i dati diffusi dalla Protezione civile, 22.213 sono in isolamento domiciliare, 3.489 sono i ricoverati con sintomi e 207 i ricoverati in terapia intensiva. Le vittime registrate sono salite a 34.371 dall’inizio dell’epidemia.

La Lombardia vive ancora la situazione più difficile, con 15.976 casi attualmente positivi, di cui 13.864 in isolamento domiciliare, 2.018 ricoverati con sintomi e 94 ricoverati in terapia intensiva.

                             TUTTI GLI ARTICOLI SUL CORONAVIRUS

 

                       La diffusione del Coronavirus in Italia e nel mondo


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0