Questo sito contribuisce all'audience di
11 luglio 2017

È boom di vacanze con ospitalità extralberghiera

Vacanze sempre più all’insegna della libertà, senza vincoli di orari e regolamenti. L’estate 2017 sarà ricordata per il sorpasso di strutture come bed and breakfast e appartamenti privati rispetto ai tradizionali hotel. Gli italiani scelgono queste strutture per le loro vacanze, soprattutto se sono di pochi giorni.

Secondo una ricerca condotta dall’associazione di categoria Property Managers Italia, che raccoglie gli operatori della ricettività extralberghiera, quest’anno i contratti sono aumentati del 35%. Un dato destinato a salire tenendo conto che l’estate è ancora nella sua fase iniziale e che molti cittadini andranno in vacanza nel mese di agosto. Tra i motivi principali che spingono il 45% dei vacanzieri a scegliere B&B e appartamenti privati è quello di potersi muovere liberamente, soprattutto nei luoghi dove si preferisce venire a contatto con le tradizioni locali. L’aspetto economico, il risparmio che consente un’offerta di questo tipo, è importante per il 30% degli utenti intervistati, mentre per il 25% è la soluzione più pratica soprattutto se si vogliono ospitare gruppi di parenti o amici, anche per pochi giorni, ed evitare così prenotazioni nelle hall degli hotel.

Per il presidente di Property Managers Italia, Stefano Bettanin, gli italiani negli ultimi anni hanno cambiato stili e consumi nella scelta delle vacanze. Se prima si spendeva di più per un’ottima location in cui villeggiare, con relativi confort e comodità, oggi si va invece alla ricerca di un’esperienza diversa, soprattutto in località poco inflazionate, dove è possibile entrare in contatto con la popolazione locale, conoscere le tradizioni locali e fare acquisti direttamente nei mercati e nelle botteghe rionali, evitando così ristoranti dal menù prestabilito. Inoltre, c’è chi decide di fare esperienze rurali, partecipando in prima persona alla raccolta dei prodotti della natura.

Alla luce di questi nuovi gusti si sono delineate anche le località privilegiate dai turisti del terzo millennio. Le regioni più gettonate sono Sicilia, Puglia e Sardegna. Nel complesso sono preferiti i piccoli borghi, in cui è possibile isolarsi dalla confusione delle grandi città e riposarsi. Gli utenti però pur amando la vacanza rurale chiedono comunque servizi indispensabili, come la connessione wi-fi, aria condizionata ed eventi e occasioni di intrattenimento.