26 marzo 2020

I numeri peggiorano. Un G20 straordinario

«Eventi senza precedenti richiedono azioni senza precedenti». Recita così la dichiarazione congiunta dei presidenti di Commissione europea, Ursula von der Leyen, e Consiglio europeo, Charles Michel, al G20 straordinario in videoconferenza convocato per discutere delle misure da mettere in campo per evitare una recessione globale a seguito del dilagare della pandemia di Coronavirus. L’Europa chiede «un’azione veloce, massiva e coordinata a livello globale sui fronti della sanità e dell’economia per salvare vite ed evitare ulteriori crisi economiche»; per contrastare il dilagare di una pandemia che la vede ancora nel triste ruolo di epicentro principale del contagio. 

Secondo i dati aggiornati alle 18 di oggi sulla diffusione del contagio nel mondo, infatti, i casi totali sono 501.239, 22.957 le vittime, 120.977 le persone guarite, 175 i Paesi interessati dalla pandemia. L’epicentro del contagio è da diversi giorni l’Europa, dove si contano 255.084 casi attualmente positivi.

Secondo quanto diffuso alle 18 di oggi dalla Protezione civile, sono 80.539 i casi registrati dall’inizio dell’epidemia su tutto il territorio nazionale; 62.013 le persone attualmente positive, i decessi sono 8.165, 10.361 le persone guarite. I casi attualmente attivi nella sola Lombardia sono 22.189, seguono l’Emilia-Romagna con 8.850 casi, il Veneto con 6.140, il Piemonte con 5.950 casi, la Toscana con 2.973, le Marche con 2.795, la Liguria con 2.027, il Lazio con 1.835, la Campania con 1.169, la Provincia autonoma di Trento con 1.094, la Puglia con 1.095, la Sicilia con 1.095, il Friuli-Venezia Giulia con 954, la Provincia autonoma di Bolzano con 971 casi, 860 in Abruzzo, 770 in Umbria, 462 in Sardegna, 378 in Valle d’Aosta, 372 in Calabria, 133 in Basilicata, 81 in Molise.

 

                          TUTTI GLI ARTICOLI SUL CORONAVIRUS

 

                       La diffusione del Coronavirus in Italia e nel mondo

 

Immagine di copertina: Effetto Coronavirus. Crediti: Maria Sbytova /Shutterstock.com

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0