25 marzo 2020

Nazioni Unite: l’umanità è in pericolo

Quasi 450.000 casi nel mondo

Sono ormai quasi 450.000 i casi di contagio da Covid-19 registrati in tutto il mondo. Il tentativo di contenere il contagio passa ovunque dall’adozione di misure restrittive degli spostamenti e dei contatti tra persone. Secondo alcune stime sono 3 miliardi le persone chiuse in casa in tutto il mondo per cercare di contrastare una minaccia che, come riconosciuto oggi da fonti dell’ONU, riguarda l’intera umanità. E mentre proprio le Nazioni Unite annunciano un piano globale da 2 miliardi di dollari per contrastare la pandemia soprattutto in America Latina, Africa, Medio Oriente e Asia, i focolai più preoccupanti al momento continuano ad essere l’Europa, dove negli ultimi dieci giorni il numero dei casi è cresciuto di dieci volte, e gli Stati Uniti, dove il numero di persone positive al virus aumenta in maniera esponenziale.

Secondo i dati aggiornati alle 18 di oggi sulla diffusione del contagio nel mondo, infatti, i casi totali sono 441.187, 20.358 le vittime, 112.969 le persone guarite, 172 i Paesi interessati dalla pandemia. L’epicentro del contagio è da diversi giorni l’Europa, dove si contano 224.276 casi attualmente positivi.

A guidare la triste classifica è ancora l’Italia, con 57.521 casi, seguita dalla Spagna con 38.809 casi, dalla Germania con 31.632, Francia con 17.923, Svizzera con 10.180, Regno Unito con 7.659, Paesi Bassi con 6.053, Belgio con 4.212, Austria con 5.521, Norvegia con 2.951. Fuori dal Vecchio Continente preoccupa la situazione degli Stati Uniti, che ad oggi conta 54.405. Sempre meno i casi in Cina, ad oggi solo 4.603.

Secondo quanto diffuso alle 18 di oggi dalla Protezione civile, sono 74.386 i casi registrati dall’inizio dell’epidemia su tutto il territorio nazionale; 57.521 le persone attualmente positive, i decessi sono 7.503, 9.362 le persone guarite. I casi attualmente attivi nella sola Lombardia sono 20.591, seguono l’Emilia-Romagna con 8.256 casi, il Veneto con 5.745, il Piemonte con 5.556 casi, la Toscana con 2.776, le Marche con 2.639, la Liguria con 1.826, il Lazio con 1.675, la Campania con 1.072, la Provincia autonoma di Trento con 1.058, la Puglia con 1.023, il Friuli-Venezia Giulia con 911, la Provincia autonoma di Bolzano con 748 casi, la Sicilia con 936 casi, 738 in Abruzzo, 686 in Umbria, 412 in Sardegna, 375 in Valle d’Aosta, 333 in Calabria, 112 in Basilicata, 53 in Molise.

 

                         TUTTI GLI ARTICOLI SUL CORONAVIRUS

 

                       La diffusione del Coronavirus in Italia e nel mondo

 

Immagine di copertina: Un uomo indossa la mascherina protettiva e i guanti nella metropolitana di New York, Stati Uniti (marzo 2020). Crediti: Joe Tabacca / Shutterstock.com

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0