Questo sito contribuisce all'audience di
 

Il nuovo rito per l’impugnazione dei licenziamenti

di Andrea Giordano Vengono esaminate le novità processuali che la recente l. 28 giugno 2012 n. 92 ha introdotto nell’art. 18 dello statuto dei lavoratori in materia di impugnazione dei licenziamenti illegittimi. L’ iper-specializzazione del nuovo rito speciale si riflette nello snellimento delle forme: la prima fase è sommaria per superficialità; la seconda, a cognizione piena, è...

 

Formazione e professionalità nel rapporto di lavoro:
brevi considerazioni critiche

di Matteo Di Francesco All’interno della riflessione dottrinale recente si è assistito ad una rivalutazione del ruolo svolto dalla professionalità all’interno della struttura obbligatoria del contratto di lavoro. In particolare, mette conto segnalare un diffuso orientamento teso a riconoscere come la professionalità del lavoratore sia il vero oggetto dello scambio, ...

 

Vecchi e nuovi limiti all’azione di nullità del termine apposto al contratto di lavoro

di Silvia Lucantoni La disciplina dei contratti a termine è nuovamente oggetto di interesse da parte del Legislatore che ha introdotto significative novità con l’art. 32 del Collegato Lavoro alla Legge Finanziaria 2010.  In particolare, tale norma ha previsto un termine di decadenza all’esercizio dell’azione di nullità del termine apposto al contratto di lavoro e...

 

La Corte di Cassazione consolida il proprio orientamento nel delineare gli elementi di distinzione tra agente e procacciatore d’affari

di Barbara Grandi Nota a sentenza Cass.n.9686/2009 La sentenza dello scorso 23 aprile 2009, n. 9686, ha consolidato l’orientamento della Corte sul tema di quali siano gli elementi caratterizzanti il rapporto di agenzia ai sensi dell’art. 1742 c.c. al confronto con il diverso e atipico procacciamento di affari. La massima recita: “Il contratto di agenzia si connota per la ...

 

L’ultima pronuncia della Corte di giustizia sul contratto a termine: la sentenza Angelidaki del 23 aprile 2009 (cause da C-378/07 a C-380/07)

di Silvia Lucantoni La disciplina nazionale del contratto a tempo determinato, anche grazie alle frequenti evoluzioni normative, ha favorito l’insorgenza di alcune questioni interpretative, risolte in modo non sempre univoco dalla giurisprudenza. La materia non è, tuttavia, oggetto di esame da parte dei soli giudici nazionali. Recentemente, la Corte di giustizia CE è stata più volte ...

 

Diritto di critica del lavoratore e obbligo di fedeltà: un equilibrio delicato

di Giovanna Martire* Diritto di critica del lavoratore e obbligo di fedeltà: un equilibrio delicato  Corte di cassazione – sezione lavoro 10 dicembre 2008, n. 29008 – pres. Ianniruberto   Lavoro subordinato (rapporto di) - Diritti e doveri delle parti - Obbligo di fedeltà - Diritto di critica nei confronti del datore - Modalità - Rispetto della verità oggettiva - ...

UN LIBRO

UN LIBRO Contributo allo studio della distribuzione della somma ricavata nei procedimenti di espropriazione forzata

Alessandro Nascosi

Con la sua monografia Alessandro Nascosi fornisce un utile contributo allo studio della distribuzione della somma ricavata al termine dei vari procedimenti di espropriazione forzata.