Questo sito contribuisce all'audience di
 

Corruzione in atti giudiziari*

di Maria Beatrice Mirri In questa voce sono esaminate la corruzione in atti giudiziari e l’istigazione alla corruzione, tra le novità più rilevanti della riforma del 1990, mentre la l. n. 190/2012 si è limitata a ritocchi e ad inasprire le pene.   1. - Corruzione in atti giudiziari 1.1- Caratteri generali. Fra le innovazioni introdotte dalla l. n.86/1990 (che ha riformato i ...

 

Recenti novità in materia di retroattività della legge penale più favorevole

di Ester Molinaro Con la sentenza n. 236 del 19 luglio 2011, la Corte costituzionale ha ridefinito i limiti e la portata del principio di retroattività della legge penale più favorevole attraverso un confronto profondo con la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo.   I termini della questione Con la sentenza n. 236 del 19 luglio 2011, la Corte costituzionale ha ...

 

Il medico non procede agli accertamenti diagnostici strumentali: è omicidio colposo

di Ester Molinaro Potrebbe rispondere di omicidio colposo il medico che non riconosce la necessità di eseguire una t.a.c.   Premessa. La responsabilità medica per la morte del paziente implica, in primo luogo, la sussistenza di un nesso causale tra la condotta attiva od omissiva del medico e l'evento infausto, da accertarsi secondo il modello teorico generale della sussunzione sotto ...

 

Guida in stato di ebbrezza: commette reato chi rifiuta il prelievo ematico?

di Ester Molinaro Può accadere che in costanza di incidente stradale la polizia chieda al personale medico di sottoporre il conducente ad una serie di accertamenti, tra cui il prelievo ematico, per verificare la presenza di sostanze alcooliche nel sangue. In tal caso, l'interessato può rifiutare di sottoporsi al prelievo ematico o commette un reato? Premessa L'art. 186 del Codice della ...

 

La diversa definizione del fatto nel giudizio di cassazione e il metodo del contraddittorio

di Valeria Logrillo * La questione ha origine da un importante asserto giurisprudenziale ove l’imputato accusato e condannato in primo e secondo grado per il reato di corruzione ex art. 319 c.p., adisce la Corte di Cassazione chiedendo di dichiarare l’intervenuta prescrizione dell’illecito corruttivo, ma proprio all’esito di tale giudizio la Corte riqualifica il ...

 

I limiti temporali all’analisi del dolo e della colpa nel giudizio sulla riparazione

di Claudio Papagno  1. La Cassazione torna sul rapporto tra dolo e colpa grave e inviolabilità del diritto di difesa nelle forme dello ius tacendi, ribadendo, ancora una volta, che le condotte connotate da tali elementi soggettivi, pur costituendo un’esplicazione dell’esercizio del diritto di difesa, possono rilevare per negare l’indennizzo per l’ingiusta ...

 
 

Il magistrato del collegamento nella nuova disciplina del Mandato d'arresto Europeo

di Valeria Di Masi Le ragioni che danno impulso alla forte esigenza di cooperazione giudiziaria, a livello internazionale, sono tutte racchiuse in un unico neologismo: globalizzazione. “La libertà perde formalmente di significato se essa non può essere vissuta in un ambiente sicuro e senza un sistema giudiziario che riscuota la fiducia dei cittadini dell’Unione e delle persone ...

 

Aspetti problematici della confisca

  di Francesca Panzuto   1. Con l’entrata in vigore della legge n. 646/1982 vengono colmate, da un lato, alcune lacune normative sul piano definitorio, attraverso la esplicita previsione, all’art.416-bis c.p. del delitto di associazione a delinquere di stampo mafioso e dall’altro vengono introdotte nuove misure di prevenzione di natura patrimoniale. Tali misure ...

 

Sulle contestazioni a catena

di Roberto Lovino 1. Le problematiche legate alla pratica delle c.d. contestazioni a catena sono state sentite fin dai tempi in cui vigeva il codice Rocco, infatti, in un contesto culturale di matrice inquisitoria ma strettamente legato al valore del rigore del diritto, non poteva non rimediarsi alla lacuna normativa che consentiva al pm di raggirare i canoni processuali in cui si fondava la...

UN LIBRO

UN LIBRO Contributo allo studio della distribuzione della somma ricavata nei procedimenti di espropriazione forzata

Alessandro Nascosi

Con la sua monografia Alessandro Nascosi fornisce un utile contributo allo studio della distribuzione della somma ricavata al termine dei vari procedimenti di espropriazione forzata.