19 giugno 2017

Ancora Londra sotto attacco

Nel giorno in cui il principale impegno per le autorità inglesi avrebbe dovuto essere l’avvio dei colloqui tra il ministro per la Brexit, David Davis, e i rappresentati delle istituzioni europee per l’avvio dei negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, Londra si scopre nuovamente vittima di quello che sembra un ennesimo atto di terrorismo.

Subito dopo la mezzanotte della notte scorsa, l’una ora italiana, un furgone ha travolto alcune persone in Seven Sisters road, nella zona di Finsbury Park, a nord della capitale britannica, nei pressi della locale moschea.

Il conducente del mezzo, un uomo di 48 anni, è stato immediatamente bloccato dalla folla e successivamente consegnato alla polizia. Al momento si contano un morto e otto feriti, in quello che, inizialmente definito dalle stesse autorità inglesi come un «terribile incidente», sembra assumere progressivamente i contorni di un atto terroristico. Un atto che, nella dinamica, ripercorre quanto avvenuto il 3 giugno scorso nei pressi di Borough Market e, nel marzo precedente, nei pressi del ponte di Westminster. Questa volta, però, le vittime designate non sono turisti in visita ai monumenti della capitale inglese o avventori dei locali notturni della città ma, secondo alcune prime ricostruzioni, i frequentatori della moschea di Finsbury. Si prefigura, quindi, un attacco di matrice terroristica diretto contro la comunità musulmana londinese. Di «orribile attentato terroristico» parla infatti esplicitamente il sindaco di Londra, il musulmano Sadiq Khan, che prosegue: «Londinesi innocenti sono stati colpiti, molti dei quali stavano terminando le preghiere del mese sacro di Ramadan». «Se (l’accaduto) appare come un attacco contro una particolare comunità, esattamente come i terribili attentati di Manchester, Westminster e London Bridge, altresì si tratta di un attacco contro tutti i nostri valori condivisi di tolleranza, libertà e rispetto».

 

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata