Questo sito contribuisce all'audience di
Scritto e parlato

Insegnanti eroi silenziosi: arriva Teach Like a Champion di Doug Lemov

di Daniele Scarampi

Una buona classe non è che un’orchestra che prova la stessa sinfonia, Pennac docet. Ogni alunno, poi, è un unicum e suona il suo strumento. La sfida ultima, la più impegnativa, è trovare l’equilibrio, la giusta armonia, la chiave per valorizzare ogni attitudine e ogni comportamento. Del resto l’agire didattico è ciò che si fa quando si insegna, ossia l’insieme di scelte che, nell’interazione ...
Scritto e parlato

Errata Corrige – La grammatica in crisi

di Luigi Spagnolo

Questa rubrica si propone come osservatorio permanente sulle violazioni vere e proprie della norma grammaticale che stanno prendendo piede (o che non sono ancora opportunamente censurate) nello scritto sorvegliato (articoli giornalistici, saggi, narrativa, testi legislativi o burocratici, ecc.). Diversamente dalle forme agrammaticali, facili da individuare (quelle che infrangono le regole del ...
Percorsi

Antonio Pennacchi e il (dialetto) latino dopo il latino

di Simone di Biasio

«Quando si è ritrovata ragazzina di sedici o diciassette anni in mezzo a gente che per tutta la casa, in ogni stanza, in campagna, in stalla, sulla corte, nell’aia le diceva “Tòli la scarana” e lei non capiva che era la sedia, “Ciapa la granata” e lei non capiva la scopa, s’è sentita persa. Quelli a un certo punto hanno proprio smesso di parlarle, parlavano tra loro come se lei non ci fosse, ...
Percorsi

Normale e diversa: la Sardegna di Flavio Soriga

di Luigi Matt

Ci sono molti modi per rappresentare luoghi ed identità. La soluzione più facile, e per questo molto spesso perseguita, è affidarsi agli stereotipi più collaudati; oppure si può puntare ad offrire una lettura totalmente controcorrente, che rovesci le convinzioni più diffuse, ritenute di per sé errate. Ma si può anche evitare di scegliere tra le due impostazioni antitetiche, che rischiano entrambe...
Percorsi

Si può tradurre tutto? La storia di Isabeille/Isabelle tra Ciciarampa e il Finnegans

di Flavio Santi

La domanda si è presentata spontanea all’estensore di questo articolo l’estate scorsa in un ameno paesino dell’Alvernia, Francia centrale, quando sollevando la testa si è imbattuto nell’insegna di un negozio di miele: Les trésors d’Isabeille. Vale a dire: I tesori di… La simpatica proprietaria, nonché produttrice dell’ottimo miele, si chiamava Isabelle, e ape in francese è abeille. I tesori di ...
Percorsi

Suttaterra, il suono del tumulto interiore

di Beatrice Cristalli

La radice dell’ombra   Se Fred Botting, citando Northrop Frye, riassorbiva il gotico nella vasta categoria del romance, giustificando la sua natura di «story of elsewhere» − lontana nel tempo e nello spazio −, ecco che la lingua di questo viaggio dell’ombra e nell’ombra non può che abbracciare l’idioma archetipico del dialetto, una voce che in Suttaterra (pp. 120, Tunué, 2017), il nuovo ...