Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

In dipendenza delle espressioni "non c'è dubbio che" e "non dubito che" è preferibile il congiuntivo o l'indicativo?

RISPOSTA

I verbi (o le costruzioni impersonali) che esprimono sentimenti e stati mentali (in questo caso l’incertezza) selezionano il congiuntivo nelle completive rette: non c’è dubbio che sia ora di andare; non dubito che lei abbia capito. Va tenuto conto che, nel parlato colloquiale, la preferenza per l’indicativo si collega alla tendenza generale dell’italiano parlato verso la riduzione del congiuntivo in favore dell’indicativo.

 

 

 

 

 

 

 

UN LIBRO

Il liceo classico: qualche idea per il futuro

Michele Napolitano

È un libro notevole che aggiunge un contributo prezioso a un dibattito già molto vivace: chi insegna materie letterarie nella scuola o nell’università troverà ampia materia di riflessione e utilissimi suggerimenti