Questo sito contribuisce all'audience di

Buongiorno: esiste il sostantivo femminile di "matematico", nel senso di professionista dedito alla matematica?

Esiste. Nel Vocabolario on line Treccani, nella voce matematico, si scrive: «s. m. (f. -a) Chi professa lo studio e l’insegnamento delle scienze matematiche: un celebre m.; i matematici greci». Dunque il s(ostantivo) m(aschile) matematico al f(emminile) esce regolarmente in -a. Ecco un esempio che risale a due secoli fa: «In questo pio luogo viveva ritirata, e vegliava particolarmente sopra le altre donne, la celebre Matematica Maria Agnesi» (Bartolommeo Morroni, Il forastiere in Milano; ossia, Guida alle cose rare antiche e moderne della città di Milano, 1808).

UN LIBRO

Breve guida alla sintassi italiana

Francesco Bianco

Ha tutti i pregi della manualistica che potremmo definire sintetica o essenziale, a metà strada tra la l’alta divulgazione e l’insegnamento universitario di base, rigorosamente mai superiore alle 200 pagine, sempre più apprezzata in particolare dai giovani lettori, non necessariamente studenti, abituati alla rapidità delle letture a scorrimento video e delle ricerche a tempo di click.