Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

Salve, vorrei sapere se è corretto dire "vuole essere fatto" o è meglio dire "deve essere fatto".

RISPOSTA

Visto che siamo nel campo delle sfumature di significato e dello stile, diremo che la costruzione passivante più immediata è la seconda: la più usata, la più chiara: quel lavoro deve essere fatto. Se adoperiamo l’altro verbo modale (o servile), volere, intendiamo dire, in modo raffinato, riferendoci a una cosa (come, appunto, un lavoro), quasi che fosse una persona (voglio essere obbedito), che tale cosa chiede di per sé, per sua natura o qualità, di essere disposta: ma non si può scartare anche la semantica di volere + infinito (attivo o passivo) per indicare l’imminenza di qualche cosa, o la certezza, la probabilità che tra poco una cosa accada: vuole piovere (quasi come sta per piovere, va a finire che piove), quel lavoro vuole essere fatto (cioè tra poco quasi certamente qualcuno se ne occuperà).

 

 

 

UN LIBRO

Testi che parlano. Il tono di voce nei testi aziendali

Valentina Falcinelli

Un testo che affronta un argomento indubbiamente nuovo e originale, legato alla scrittura nel variopinto mondo del marketing, e che, più in generale, ha a che fare con la temperatura emotiva delle parole scritte