Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

Salve, vorrei sapere se è corretto dire "vuole essere fatto" o è meglio dire "deve essere fatto".

RISPOSTA

Visto che siamo nel campo delle sfumature di significato e dello stile, diremo che la costruzione passivante più immediata è la seconda: la più usata, la più chiara: quel lavoro deve essere fatto. Se adoperiamo l’altro verbo modale (o servile), volere, intendiamo dire, in modo raffinato, riferendoci a una cosa (come, appunto, un lavoro), quasi che fosse una persona (voglio essere obbedito), che tale cosa chiede di per sé, per sua natura o qualità, di essere disposta: ma non si può scartare anche la semantica di volere + infinito (attivo o passivo) per indicare l’imminenza di qualche cosa, o la certezza, la probabilità che tra poco una cosa accada: vuole piovere (quasi come sta per piovere, va a finire che piove), quel lavoro vuole essere fatto (cioè tra poco quasi certamente qualcuno se ne occuperà).

 

 

 

UN LIBRO

Breve dizionario di retorica e stilistica

Gianfranca Lavezzi

È importante coinvolgere il lettore per fargli comprendere i significati dei lemmi, magari rivelandogli che il mondo delle figure retoriche e della stilistica non è così ostico né distante, al contrario si trova a portata di mano