Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

Sto lavorando alla redazione dei nuovi testi del sito aziendale e mi trovo a dover scrivere in un banner la frase DAL DESIGN ALL'ENGINEERING, ma devo necessariamente andare a capo con la parola engineering. D'istinto mi verrebbe da scrivere: DAL DESIGN ALLO ENGINEERING Mi piacerebbe essere sicura e poter avere un parere autorevole rispetto a questo caso. L'utilizzo di parole straniere in italiano spesso comporta l'insorgere di qualche dubbio.

RISPOSTA

In questo caso, non è questione di parole italiane o straniere, ma di resa grafica del fenomeno dell’elisione. Insomma, se la frase nel banner fosse Dalla banana all’albicocca, il problema dell’a capo si porrebbe allo stesso modo.

 

Dal design / allo engineering non va. Non va perché quella grafia non corrisponde per niente alla realizzazione della catena fonica (la successione dei suoni) nel parlato: chi mai scandirebbe, parlando, allo staccato engineering o alla staccato albicocca? Quindi allo engineering è artificioso e sconsigliabile. In realtà, all’ a capo engineering è tranquillamente ammissibile: anni però di incongrui divieto scolastico, in questo come in altri casi, ci hanno martellato nella testa la convinzione che quel tipo di scansione sia “brutta”, una divisione “che non si deve fare”.

 

Per tagliare la testa al toro: non si può mandare a capo, nel banner, all’engineering?

UN LIBRO

Il «Thesaurus pauperum» pisano. Edizione critica, commento linguistico e glossario

Giuseppe Zarra

Zarra offre un contributo importante per lo studio e la riscoperta di un settore a lungo trascurato dagli storici della lingua italiana, e relegato piuttosto all’interesse, di certo meritevole ma spesso poco attento agli aspetti filologici, dei soli storici della medicina

0
0