26 febbraio 2014

Io credo che, seguendo le regole della grammatica, il plurale corretto per “curriculum” in italiano sia... “curriculum”. Per quanto morta la lingua latina dovrebbe essere considerata a tutti gli effetti, lingua straniera e le nostre regole prevedono che le parole straniere, al plurale, restino invariate (si dice “due film”, non “due films”). Se questa regola non si dovesse applicare alla lingua latina, allora avremmo anche “due referenda”, mentre nell'utilizzo corrente nessuno ci corregge se diciamo “due referendum”.

Il ragionamento è corretto e condivisibile. Va notato, però, che, a causa del forte e crescente influsso dell'inglese sull'italiano negli ultimi cinquant'anni, vi è una tendenza non sottovalutabile a declinare i latinismi al plurale. Ciò accade, in particolare, proprio con curriculum, che, in italiano, conosce da tempo anche il plurale curricula, soprattutto nei numerosi ambienti e circostanze che richiedono la presentazione di documenti personali ai fini di studio e di lavoro.

Viceversa, medium e anglolatinismi derivati (mass medium, social medium, new medium), essendoci giunti quasi sempre nella forma plurale richiesta dal contesto (si discute e si scrive di solito dei media come fenomeno generale e collettivo), tendono a essere usati invariati anche al singolare (un mass media, ecc.).
 
In questi due casi sembra opportuno accettare anche la possibilità di adottare le forme flesse, quando richiesto: il plurale latino neutro in -a per curriculum e, viceversa, il singolare neutro in -um per media, mass media, ecc.

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0