25 gennaio 2010

Che cosa vuol dire l'acronimo (o sigla) "iPOD"?

Luigi Farlocco

Come scrivono Giovanni Adamo e Valeria Della Valle nel loro recente 2006 Parole nuove. Un dizionario di neologismi dai giornali (Sperling & Kupfer Editore), iPOD, voce che non è registrata in nessun dizionario dell'uso, è il «marchio registrato di un registratore e riproduttore portatile di piccolissime dimensioni, per l'ascolto di brani musicali in formato digitale, prodotto dalla società Apple Computer». In realtà oggi (a pochissimo tempo dalla messa in commercio del riproduttore: ottobre 2001), come ci informa il sito italiano della Apple Computer, esistono già iPOD di sesta generazione, in grado non soltanto di memorizzare una quantità sempre maggiore di brani musicali, ma anche di immagazzinare e rendere fruibili file di immagini fotografiche o di filmati.

Per quanto riguarda il segno linguistico in sé, è presumibile che l'interpretazione etimologica dei succitati studiosi, di cui renderemo conto, sia corretta, ad onta del fatto che in numerosi siti che trattano di computer e prodotti informatici ne sia data per certa (o quasi) un'altra.  Purtroppo non ci aiutano i testi ufficiali della Apple reperibili in rete, che non offrono alcuna spiegazione, probabilmente giocando la carta del mistero in termini di allettamento e di fidelizzazione al marchio. Quindi, mentre la i iniziale è per certo la lettera che ha contraddistinto già in precedenza altri modelli di prodotti della Apple piuttosto recenti (iMac, iBook) - alcuni dicono per significare i(nternet) -, Della Valle e Adamo suggeriscono che POD è nient'altro che la ripresa piena del vocabolo inglese pod, che significa 'baccello' o, per estensione, 'contenitore'.

Secondo l'interpretazione che corre in rete, fatta propria da numerosi siti italiani, POD sarebbe un acronimo di Portable Open Database ('base di dati aperta portatile'). In un sito straniero di appassionati di computer (e affini) della Apple (htpp://forums.macrumors.com) si è dibattuto a lungo su what does iPOD stand for? ('per che cosa sta, che cosa significa iPOD?'). Oltre all'interpretazione corretta ('contenitore') e a quella appena riportata, non sono mancati altri suggerimenti: Pocket Organized Database ('base di dati organizzata tascabile'), Personal Open Device ('dispositivo personale aperto'). Qualcuno, infine, si è spinto a decodificare anche la i, sciogliendo il supposto acronimo in Interpersonal Portable Open Database.


© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0