Icona_Motore-di-ricercaMotori di Ricerca Banche dati
  Biblioteche Meteo
 

Parlando con mio fratello è avvenuta una disputa a proposito del detto "non è tutto oro ciò che luccica"; a questo punto mio fratello mi ha corretto dicendo che non è esatto il detto nel modo citato, ma è esatto nella formula "non è tutto oro ciò che è luce". Quest'ultima formulazione è stata riscontrata anche in un dizionario e quindi mio fratello crede di avere ragione, per questo io mi rivolgo a voi esperti, che ne sapete di sicuro più di noi, per dirimere questa questione tra me e mio fratello.

Quando abbiamo a che fare con i proverbi, sappiamo che si tratta di detti iscritti nel codice retorico comunitario, tramandati attraverso le generazioni, spesso con varianti formali che lasciano inalterato il significato, talvolta fatti propri e rilanciati in una versione di prestigio da qualche autore letterario. Non deve stupire perciò la varietà formale; né è lecito, a ben guardare, cercare di dettare una classifica tra varianti “giuste” e varianti “sbagliate”. Basta dare un’occhiata ad alcuni dizionari della lingua italiana e cercare in alcuni repertori specialistici per rendersi conto che, anche nel caso della fraterna sfida raccontataci da Raffaele Guerriero, la varietà regna ed è ben accetta. Vediamo sotto voce oro che cosa ci vien detto a proposito del proverbio in questione:

«non è tutto oro quello che luce (o che luccica), spesso l’apparenza inganna» (Vocabolario Treccani on line);
«non è tutto oro quello che luccica, non è tutto positivo ciò che all’apparenza sembra tale» (Zingarelli 2008);
«non è tutto oro quel che riluce (o che luccica), l’apparenza spesso inganna» (Devoto Oli 2004 – 2005);
«non è tutto oro quello che luce vuol dire che non tutto ciò che splende esteriormente è in realtà prezioso. È un modo più immaginoso per dichiarare che l’apparenza inganna. Altri proverbi dello stesso significato riportati dal Giusti (Proverbi toscani) sono: ogni lucciola non è fuoco; tutto il bianco non è farina; tutto il rosso non sono ciliegie» (Giuseppe Pittano, Frase fatta capo ha. Dizionario dei modi di dire, proverbi e locuzioni, ed. Zanichelli).
Nel documentatissimo Dizionario dei proverbi della Utet, troviamo, con tanto di pezze d’appoggio letterarie che vanno dal Trecento ai primi del Novecento: non è tutt’oro quel che riluce; ciò che riluce non è d’oro; non è oro ciò che luce (dal verbo antiquato lucere); non è tutt’oro quel che luce; non ogni cosa che risplende è oro; non tutto è oro quel che luccica; tutto quel che riluce non è oro.
 
Oggi sembra di poter dire che le due varianti più usate sono non è tutto oro quello che luce (o che luccica).
 

SCELTI NEL WEB

Lingua Italiana

La cultura in rete secondo Treccani

UN LIBRO

Dio in italiano. Bibbia e predicazione nell'Italia moderna

Michele Colombo

Michele Colombo, docente di Storia della lingua italiana all'Università Cattolica di Milano, si è già occupato in più d'una occasione di Chiesa e lingua italiana. Proprio il tema della predicazione religiosa – cattolica – assume un rilievo fondamentale nel breve, nitido, godibile volumetto di 90 pagine che qui si presenta.

TAG