20 ottobre 2011

Chiedo cortesemente quale sia l’etimo corretto in italiano delle parole” tè” e “caffè”, che sovente trovo scritta “thé”.

Cominciamo dalla grafia. Caffè si scrive con l’accento grave. si scrive così, sempre con l’accento grave; ci sono anche le varianti meno comuni (comunque non scorrette) the e thè (quest’ultima, come si vede, sempre con l’accento grave). Tali varianti (che sono soltanto grafiche, si badi: la pronuncia resta la stessa, italianissima, di ) risentono dell’etimo, vale a dire dell’origine della parola, che viene a noi dal francese thé (questo sì con l’accento acuto), a sua volta proveniente dal cinese t’e. La parola è attestata per la prima volta nell’italiano scritto tra la fine del Cinquecento e gli inizi del Seicento.
 
Caffè viene, invece, dal turco kahve, che a sua volta proviene dall’arabo qahwa (in origine qahwa voleva dire vino o bevanda eccitante; da qui poi il passaggio a indicare il caffè). La parola è attestata per la prima volta in italiano a partire dal 1585.

© Istituto della Enciclopedia Italiana - Riproduzione riservata

0