Questo sito contribuisce all'audience di

DOMANDA

Nella scuola elementare tedesca insegno italiano e mi risulta molto difficile capire cosa significhi in italiano la seguente espressione, che compare nei programmi della prima classe "parlato monologico". A me risulta un'espressione senza senso, perché non trovo corrispondenze degne di questo nome. Chi si è inventato quest'affermazione?

RISPOSTA

Il parlato monologico fa coppia (differenziale) con il parlato dialogico. Il primo si riferisce a tipi di discorso in forma di monologo; il secondo a tipi di discorso in forma di dialogo. Si tratta di espressioni di àmbito evidentemente tecnico, adoperate, in particolare – ma non soltanto – nella glottodidattica.

L’importante è che espressioni del genere, messe a disposizione di maestri, educatori, insegnanti, vengano ben spiegate. Ovviamente, gli innocenti pargoli vanno tenuti lontani da questo metalinguaggio specialistico.

 

UN LIBRO

Giorgio Manganelli 'Verbapoiete'. Glossario completo delle invenzioni lessicali

Luigi Matt

Giorgio Manganelli (1922-1990) è stato scrittore verbapoiete, coniatore di neologismi, creatore, anzi, cosmagogo delle grafie, abile portaparole. La sua prosa espressivista, varia e complessa, si caratterizza infatti per il proliferare di neoformazioni, come quelle appena citate, e per un buon numero di risemantizzazioni